Attualità

Antonio Sorgentone, il vincitore di Italia’s Got Talent accusato di aver accoltellato un fan

antonio sorgentone

Dopo aver insultato e accoltellato un suo amico musicista si è dato alla fuga facendo perdere le proprie tracce. Protagonista dell’aggressione – secondo quanto riferito dalla vittima – è Antonio Sorgentone, vincitore dell’edizione 2019 di Italia’s Got Talent, tra i talent show di punta di Sky, nella notte tra mercoledì e giovedì si trovava all’interno dell’Ellington Club, locale in zona Pigneto, periferia della Capitale.

Antonio Sorgentone accusato di aver accoltellato un fan

Il 39enne si sarebbe avvicinato a un altro musicista e, per motivi in via di accertamento, lo avrebbe accoltellato al gluteo sinistro. Provocando a Mirko Dettori, 42 anni, “una ferita lacero contusa al gluteo sinistro”. La vittima, musicista e gestore di un locale di Burlesque romano, sarebbe poi stata trasportata dal 118 all’ospedale San Giovanni con una prognosi di sette giorni. Sul posto i poliziotti dei Reparti Volanti di Porta Maggiore e Torpignattara che indagano sui fatti. Sorgentone, che dopo l’aggressione si è dato alla fuga, e’ stato denunciato per lesioni e la ricostruzione fornita dalla vittima è al vaglio della polizia.

Sorgentone ha poi contattato la vittima su Whatsapp, come racconta La Stampa:

Ieri pomeriggio poi, un messaggino WhatsApp sul cellulare della vittima: «Ti chiedo scusa, sono un’idiota. Purtroppo, non sono riuscito a tenere a freno la mia impulsività». Una richiesta di perdono. Un messaggio che non ha però convinto a desistere Dettori che, anche ieri pomeriggio, si è recato in commissariato. «Non può passarla liscia», dice, comprensibilmente scosso dopo l’aggressione subita. «Preferisco non parlare – afferma raggiunto al telefono – credo che i processi vadano fatti nelle aule di tribunale e non sui giornali»

EDIT ORE 17,18: Antonio Sorgentone su Facebook scrive che quella per cui è finito nei guai è stata soltanto una lite tra amici:

Chi mi conosce sà che non sono un tipo “litigioso”.
È stata una semplice lite trà amici durata 2 minuti scarsi, che si è scatenata per futili motivi all’interno di un locale della capitale a tarda notte.

Ci tengo a precisare che non c’è stata nessuna fuga da parte mia, ma, come da prassi quando si scatena un parapiglia in un locale, ho ritenuto opportuno allontanarmi per far calmare le acque.

antonio sorgentone

Subito dopo l’accaduto, ho anche sentito Mirko per sincerarmi delle condizioni che ha assicurato di non aver riportato gravi danni.
Mirko mi ha assicurato che da parte sua non c’era nessuna volontá di fare denuncia o sfruttare l’accaduto con i giornali… Per questo sono rimasto stupito per com’è stata gonfiata la notizia con i titoloni sui giornali che gridano addirittura all’accoltellamento o alla fuga.

Chiedo scusa a tutti per l’accaduto, e grazie per i tanti messaggi che mi avete mandato diffidando da tali notizie. Consapevole di aver comunque sbagliato ma vi assicuro che la notizia è stata enormemente gonfiata dalle agenzie di stampa, tant’è che io e Mirko siamo rimasti amici.

Leggi anche: Come è finita la storia di Roberto Fico e della colf in nero