Economia

Alitalia, il prestito sale a 400 milioni (di soldi vostri)

alitalia

Non 350, siòre et siòri, bensì 400 milioni di nuovo prestito per Alitalia che nel DL Fisco avrà un nuovo lussuosissimo prestito mentre ancora non chiude l’operazione di salvataggio annunciata ormai un anno fa. Altri soldi pubblici in un calderone che ne brucia da 30 anni. Spiega oggi La Stampa:

L’operazione, spiega l’articolo 53 del decreto, avrà un impatto nullo sull’indebitamento «tenuto conto del rimborso in prededuzione, con priorità rispetto ad ogni altro debito della procedura, e in ogni caso entro 30 giorni» dall’efficacia della cessione. Mercoledì il governo ha annunciato una proroga di 30 giorni, fino al 21 novembre, per la presentazione di una offerta vincolante di acquisto per la compagnia.

Il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, ha anche fissato due condizioni per procedere con le trattative: l’intervento diretto dei Commissari di Alitalia nelle trattative, da far partire con un confronto «immediato con gli offerenti» (Fs, Delta, Atlantia); e un «aggiornamento quotidiano sullo stato di avanzamento dei lavori». Ieri i sindacati avevano sollecitato il governo e gli offerenti a «cessare tatticismi e veti. Alitalia deve essere il centro del progetto di rilancio e non essere il “di cui” di altre partite di diverso interesse».

alitalia
Alitalia, i conti (MF, 9 ottobre 2019)

Leggi anche: La figuraccia di Salvini che tenta di sciacallare sulla morte di Luca Sacchi