Economia

I 150 milioni di euro che buttiamo nei vitalizi ai consiglieri regionali

vitalizio

La vergogna dei vitalizi ai consiglieri regionali, di cui abbiamo parlato nei mesi scorsi, è ben enucleata dall’infografica pubblicata oggi a corredo di un articolo di Emanuele Lauria su Repubblica, dove si racconta, su dati di Itinerari Previdenziali, la situazione odierna: metà delle regioni non ha applicato le riduzioni dei trattamenti degli ex consiglieri varate nel 2014, i tagli sono arrivati solo in dieci regioni. E così in ogni regione italiana si può ammirare come in ogni regione per qualche centinaio di ex politici, tra pensionati diretti e indiretti, la situazione sia piuttosto rosea. Ad esempio nel Lazio per 146 pensionati diretti il vitalizio medio ammonta a 63mila euro mentre gli 80 indiretti devono accontentarsi di 49mila euro; in Puglia addirittura si arriva a 77mila euro per i 159 diretti e 57mila per i 49 diretti.

vitalizi regioni vitalizio
I vitalizi diretti e indiretti erogati dalle Regioni (La Repubblica, 18 aprile 2017)

Spiega il quotidiano che per i 3.500 vitalizi regionali, diretti o pagati agli eredi, se ne vanno ogni anno 150 milioni di euro, la gran parte dei quali spesi in regioni del Sud: Sicilia, Sardegna, Puglia, Campania, Lazio stanno in un range fra i 10 e i 18 milioni annui ciascuna. Il costo medio di un vitalizio regionale è di 45.245 euro annui, tre volte quello di una pensione “non politica”.

Leggi sull’argomento: La vergogna dei vitalizi ai consiglieri regionali