Attualità

Come Vincenzo Paduano spiava Sara Di Pietrantonio

sara di pietrantonio vincenzo paduano

Vincenzo Paduano usava un’app di geolocalizzazione come quella che si trova negli iPhone, «Trova il mio iPhone» per spiare i movimenti di Sara Di Pietrantonio, la ragazza che ha ucciso in via della Magliana. Il medesimo servizio è disponibile per Android. Il Corriere della Sera, in un articolo a firma di Martina Pennisi, racconta cosa è accaduto e come avrebbe potuto essere attivato:

La localizzazione, appunto: «Trova il mio iPhone» o la gestione di Android consentono a chiunque conosca la nostra password di iCloud o Gmail di seguire ogni nostro movimento. Capita in casa di condividere le credenziali di accesso o addirittura l’account in fase di configurazione, e in questo secondo caso iCloud spalanca le porte anche alle fotografie e alle chat di iMessage. Comodo per sincronizzare i dati, pericolosissimo se la situazione è ambigua. Come lasciare le chiavi di casa a un ex che non ha accettato la separazione, per capirci.
Che fare? Ricordarselo, innanzitutto. Cambiare le credenziali, disattivare funzioni e app specifiche ed, extrema ratio, «spegnere il Gps e la connessione dati», spiega l’esperto di sicurezza informatica Andrea Zapparoli Manzoni. Il problema non è però relativo solo a partner o ex partner accecati dalla gelosia. Siamo così inebriati da social network, navigatori satellitari gratuiti, prenotazioni e acquisti online da dimenticarci delle tracce che lasciamo in Rete. «Siamo come pollicino, disperdiamo briciole: basti pensare a chi dà il nome al suo iPhone. Se cerco un Federico in una stanza, e lui ha l’hotspot aperto, mi basta aprire il wi-fi per essere sicuro che si trova nelle vicinanze», afferma Zapparoli Manzoni.

trova il mio iphone vincenzo paduano sara di pietrantonio
L’app serve per trovare la posizione approssimativa dei dispositivi MAC. La stessa Apple avverte che «Le mappe e le informazioni sulla posizione dipendono da servizi di raccolta dati forniti da terzi. Tali servizi sono soggetti a variazioni e potrebbero non essere disponibili in tutte le aree geografiche, per cui a volte le mappe o le informazioni sul luogo potrebbero essere inaccurate o incomplete».