Attualità

Il pazzo che minaccia con i coltelli in viale Monza a Milano

viale monza

Un uomo è stato arrestato stamattina dalla polizia. Intorno alle 7,30 alcuni passanti hanno segnalato che brandiva dei coltelli in evidente stato di alterazione in viale Monza 38. Sono intervenute le volanti che hanno cercato di fermarlo prima con lo spray urticante, poi sparando. L’uomo, ferito alle gambe, non aveva con sé documenti quindi non è stato possibile identificarlo né capire le motivazioni del gesto.

Il pazzo che minacciava con i coltelli in viale Monza a Milano

Stando ad una prima ricostruzione tutto sarebbe cominciato da una lite con altre due persone, probabilmente egiziani, che poi si sono allontanati. Intorno alle 7 di questa mattina lui sarebbe entrato e poi uscito da un kebab aperto 24 ore e avrebbe cominciato a urlare parole come “bastardo” ma in modo scomposto, brandendo dei coltellacci da macellaio. Numerose segnalazioni sono arrivate alla polizia che ha mandato una prima volante nel giro di un minuto e poi altre 4. L’uomo è stato accerchiato: due poliziotti hanno cercato di ragionare con lui ma è stato impossibile, quindi sono intervenuti con il gas urticante. Questo gesto lo avrebbe indisposto ancora di più: con i coltelli si è diretto contro la polizia e dalla parte opposta un agente esperto di una volante ha esploso 4 colpi verso il basso. Solo uno lo ha raggiunto alla gamba. È stato portato al policlinico in codice rosso, operato e non è in pericolo di vita. Già a marzo era stato soccorso da polizia e 118 per un malessere dovuto alla cocaina che aveva assunto: dall’ospedale si era però allontanato e non era stato identificato.

L’uomo, ancora da identificare, è ricoverato all’ospedale Niguarda con una ferita alla gamba. Sarà piantonato da agenti fino a quando potrà lasciare l’ospedale. Il questore di Milano Marcello Cardona, durante un incontro con la stampa, ha sottolineato che qualora l’arrestato dovesse risultare irregolare verrà subito disposto l’allontanamento dal Paese.