Attualità

Ryke Geerd Hamer è morto

Ryke Geerd Hamer è morto, secondo i suoi seguaci. L'”inventore” – le virgolette sono d’obbligo – della cosiddetta Nuova Medicina Germanica, che non cura nulla ma va molto di moda, sarebbe deceduto in Norvegia secondo un’indiscrezione rimbalzata da un gruppo chiuso tedesco dedicato alla Nuova Medicina Germanica e arrivata su alcuni blog di debunking in lingua tedesca (in particolare da GWUP). La famiglia non ha ancora confermato, anche se hanno promesso una dichiarazione per domani. Hamer sarebbe morto in Norvegia dove viveva in latitanza per le sentenze dei tribunali tedeschi che lo avevano condannato per omicidio. Secondo alcuni gruppi di seguaci delle teorie di Hamer italiani l’ex dottore sarebbe morto il 2 luglio scorso. Anche altri gruppi italiani ne parlano e alcune pagine confermano la data del 2 luglio come quella del decesso. Hamer ha 82 anni. Il giornale austriaco Der Standard conferma la morte di Hamer. Anche il suo avvocato, parlando con un giornale norvegese, ha confermato la sua morte.

ryke geerd hamer
La notizia della morte di Hamer (foto: GWUP blog); il post è anche pubblico

Ryke Geerd Hamer è morto

Le teorie di Hamer e dei suoi seguaci non hanno alcun fondamento scientifico e non solo non sono terapie mediche riconosciute ma pretendono anche – senza averne alcun titolo – di fornire un sostegno psicologico e psicoterapeutico ai pazienti. La validazione della NMG come terapia medica è stata fatta dall’Università slovacca di Trnava, che non solo non ha un dipartimento di medicina ma che è la stessa università che ha validato le “teorie scientifiche” del culto di Scientology. Ed è anche per questo motivo che gli hameriani vengono definiti una setta. L’unico modo per guarire infatti, è quello di credere nelle rivelazioni di Hamer e credere che le sue “intuizioni” descrivano la realtà oggettiva, che tanto oggettiva poi non è visto che negano l’esistenza reale delle malattie. Secondo Hamer e gli hameriani la chemioterapia è inutile al fine di curare il cancro. L’ex dottor Hamer (era un medico prima di essere radiato dall’ordine dei medici) sostiene infatti che non esistono malattie (nel senso che il cancro, ad esempio, non esiste) ma che quelle che noi consideriamo tali in realtà derivino tutte da un evento traumatico vissuto dal paziente in passato. In sostanza quindi ogni malattia è causata da una forma specifica di disagio psichico.

cancro metodo hamer omeopatia
Ryke Geerd Hamer in una foto recente

Ad esempio il cancro al seno sinistro e al cervelletto destro per Hamer hanno la stessa causa: l’emozione detta del”conflitto del nido” che secondo l’inventore della NMG è un “conflitto madre-figlio piccolo“, conflitto che non è necessariamente reale ma può essere anche virtuale. Viceversa il cancro al seno destro e al cervelletto sinistro sono causati da un “conflitto madre-figlio grande“. E il concetto di conflitto ad essere centrale nelle diagnosi formulate da Hamer, l’anoressia? È un conflitto che nasce dalla paura di essere rifiutati. Il torcicollo? Conflitto di “autosvalutazione intellettuale” perché si vuole girare la testa per guardare qualcuno ma ci sono forti “resistente interne”. Il cancro ai polmoni rappresenta invece la paura arcaica di morire ed è causato ovviamente da conflitti familiari (ma anche di lavoro eh!) dove l’individuo si sente oppresso. Se notate qualche similitudine con il procedimento analogico delle diagnosi formulate da Gabriella Mereu con la sua Terapia Verbale non vi sbagliate. In fondo la radice comune è sempre quella della psicomagia.
cancro al seno omeopatia mereu terapia verbale- 1
Ma torniamo alle “diagnosi” di Hamer: il cancro alla prostata invece è causato da un conflitto della sessualità (ovvio no?) ma anche a problemi con il partner, mentre quello ai testicoli insorge dopo la perdita reale o figurata di un figlio. Quest’ultima diagnosi, detta anche Dirk Hamer Syndrome, è quella dalla quale Hamer è partito per formulare le sue teorie. Dirk era il figlio di Hamer che morì in seguito ad un incidente nel quale venne coinvolto anche Vittorio Emanuele di Savoia. Secondo Hamer lo shock causato dalla morte del figlio fu la causa del tumore che causò la morte della moglie e anche del tumore ai testicoli che lo colpì nel 1978. Fu proprio in seguito ad alcune riflessioni su queste vicende che Hamer elaborò la prima delle sue “cinque leggi biologiche” quella detta anche sindrome di Dirk Hamer (Dirk Hamer Syndrome) che dice che un trauma (una situazione molto difficile, drammatica e di shock) è in grado di generare una malattia colpendo simultaneamente tre aree della persona: la psiche, il cervello ed in fine l’organo nel quale comparirà la malattia.

La bufala delle leggi di Hamer

La seconda legge biologica descrive invece le due fasi della malattia: la fase “fredda” che è quella durante la quale il pazienta presenta una “sintomatologia” di estremità fredde ed è la fase iniziale di ogni malattia. A questa segue una fase “calda” (ad esempio l’aumento della temperatura corporea) che è costitutiva dell’inizio del processo di guarigione. La terza legge di Hamer spiega che è il cervello a governare e a controllare il decorso della malattia, grazie anche all’aiuto di virus e batteri che sono i protagonisti della quarta legge biologica. Infine la quinta legge chiamata casualmente “la quintessenza” ci fa entrare nell’aspetto mistico della NMG (che non a caso in Spagna viene chiamata “La Medicina Sagrada“). Hamer ci spiega qui che quelle che la medicina ci ha insegnato a chiamare malattie in realtà non lo sono e fanno parte di un ordine cosmico più grande ma soprattutto non sono altro che un “momento” di quel processo iniziato proprio con la sindrome di Dirk Hamer che è la vera causa scatenate di ogni malattia.

Scilipoti difende la nuova medicina germanica di next-quotidiano
La vera malattia, ammesso che esista, per Hamer è lo shock iniziale, ed infatti gli sforzi “terapeutici” della NMG si concentrano proprio sulla riduzione di quel tipo di danno. La maggior parte degli hameriani italiani sostengono che loro non fanno nulla per allontanare un paziente dalle terapie più efficaci (e scientificamente provate) sta di fatto che però fu lo stesso Hamer a dire in più occasioni che la chemioterapia non serve a nulla e che anzi è la causa principale dei decessi di malati di tumore. Anche a causa delle vicissitudini giudiziarie di Hamer (in Francia e in Germania Hamer è stato più volte processato e condannato) gli hameriani italiani preferiscono tenere un basso profilo, non sufficientemente basso perché spesso e volentieri tornano alla ribalta.Il caso più clamoroso è stato lo show di Domenico Scilipoti in difesa della Nuova Medicina Germania a Mi Manda Rai Tre nel 2011. Spesso nelle interviste  gli hameriani (che spesso non sono nemmeno dei veri medici) dicono che loro non fanno assolutamente nulla per allontanare i pazienti dalla medicina ufficiale ma andando a vedere sui loro siti si può leggere ben altro
hamer nuova medicina germanica alba - 1
anche quando si parla di AIDS gli hameriani sono in prima fila tra i negazionisti e spiegano che il problema dei malati di AIDS è la mancanza di autostima
hamer nuova medicina germanica - 2

Leggi sull’argomento: Perché la Nuova Medicina Germanica non cura nulla