Economia

Redditometro, la corsa ai controlli di fine anno

Per il redditometro scatta la corsa ai controlli. Entro fine anno non sarà infatti più possibile per l’Agenzia delle Entrate accertare le entrate dell’anno 2009, e quindi gli 007 del fisco sono all’opera per chiudere il lavor sull’anno per poter presentare i primi risultati. Il redditometro è lo strumento antievasione del fisco che serve ad accertare la differenza tra i redditi e le spese delle persone fisiche. Tra le novità una soglia di tolleranza del 20% nella discrepanza, diminuita rispetto alla precedente del 25%, ma anche il contraddittorio obbligatorio tra ufficio e contribuente prima dell’accertamento. Lo sprint, secondo Il Sole 24 Ore, rischia però di travolgere i paletti fissati per il contraddittorio con il contribuente. Uno strumento obbligatorio che serve a spiegare la posizione del contribuente riguardo le richieste del fisco, visto che il verbale parla di avviso di accertamento obbligatorio. Lo schema del contraddittorio nel redditometro pubblicato oggi dal Sole:

redditometro contraddittorio
Redditometro, come funziona il contraddittorio (Il Sole 24 Ore, 16 dicembre 2014)