Attualità

Il pilota giordano bruciato vivo in una gabbia

Sulla rete è apparso un nuovo video in cui il pilota giordano in mano di Isis sarebbe stato arso vivo in una gabbia. Lo riferisce Rita Katz responsabile di Site l’organizzazione che monitora i siti web jihadisti. Muad Kasasbeah venne catturato il 24 dicembre e Isis, dopo aver detto di averlo ucciso ai primi di gennaio, ultimamente aveva chiesto la liberazione della terrorista qaedista Rajada al Rishavi in cambio della vita del pilota. Amman era d’accordo ma voleva prima la prova che fosse vivo.


La notizia è confermata dalla tv satellitare al jazeera che afferma che le immagini dell’uccisione di Maaz al Kassasbeh sono state mostrate in un video attribuito allo Stato islamico diffuso in rete. La stessa tv afferma di non voler mostrare il video. Nel video dell’Isis il pilota Maaz al Kassasbeh è chiuso in una gabbia: una striscia di carburante porta il fuoco fino a lui. Le immagini mostrano l’ostaggio, vestito di arancione, ripreso in primo piano con alle spalle uno sfondo nero su cui compaiono alcune bandiere dei Paesi della coalizione anti-Isis (tra cui Canada, Francia, Usa, Regno Unito, Emirati arabi e Giordania). In una seconda sequenza si vede poi il pilota giordano in piedi davanti a un gruppo di miliziani armati schierati col volto scoperto e in tuta mimetica. Nell’ultima sequenza si vede l’ostaggio in una gabbia col fuoco che avanza e lo circonda.
 
isis video giordano 1 (2)
La foto è di Rita Katz di Site, che afferma che l’uomo ha un occhio nero.
isis video giordano 2