Economia

L'UE «rivela» le proposte alla Grecia

La Commissione Europea diffonde sul proprio sito internet le proposte in PDF concordate fra le tre istituzioni (Commissione Ue, Bce e Fmi) “che tengono conto delle proposte delle autorità greche del 8, 14, 22 e 25 giugno” così come “tengo conto dei colloqui della settimana a livello tecnico e politico”. E’ quanto annuncia la Commissione Ue precisando che la sua decisione di diffondere le proposte è legata ad una necessità “di trasparenza” e per “informare il popolo greco”. Le proposte comprendono, tra l’altro, la riforma dell’Iva, misure di politica fiscale, la riforma delle pensioni, della pubblica amministrazione, delle riforme per affrontare il problema della carenza nella ricossione delle tasse. Le discussioni su questo testo, sottolinea la Commissione Ue, “erano in corso con le autorità greche venerdì e sabato”.


L’obiettivo “era raggiungere un accordo globale con la Grecia” che potesse includere anche “le future necessità di finanziamento e la sostenibilità del debito greco”. Nelle proposte erano inclusi anche “un pacchetto di misure per sostenere la crescita e l’occupazione in Grecia aumentando in particolare gli investimenti a favore dell’economia reale”. Tuttavia, conclude la Commissione Ue, “né questa versione del testo né una bozza di accordo globale sono stati approvati a causa della decisione unilaterale delle autorità greche di abbandonare il processo”.