Attualità

L'uccello kamikaze abbattuto in Afghanistan

La polizia dell’Afghanistan sta indagando su un uccello ucciso che trasportava esplosivi che potevano essere utilizzati per un attentato o per il bombardamento di una città nel nord del Paese. Le autorità locali hanno scoperto che l’uccello trasportava sacchetti di esplosivo e fili, una macchina fotografica e un apparecchio per il tracking via GPS del volo dell’animale. Prima di essere abbattuto ha catturato l’attenzione della polizia dopo essere stato avvistato in volo nei pressi di un checkpoint nella provincia di Faryab, dove sono molto attivi i talebani. Dopo aver visto con il binocolo che l’animale stava trasportando un’antenna, hanno deciso di abbatterlo. Poi il capo della polizia della provincia, Abdul Nabi Ilham, ha detto a NBC che dopo lo sparo alcuni oggetti di metallo sospetti sono stati ritrovati sparsi nella zona circostante. «Stiamo raccogliendo prove, abbiamo una parte di quello che sembra essere un sistema GPS e una piccola telecamera. L’incidente arriva dopo l’escalation di violenza in Afghanistan in vista dell’addio delle truppe di combattimento straniere alla fine dell’anno. Una serie di attacchi ha colpito anche la capitale Kabul. Sabato scorso un operatore umanitario sudafricano e i suoi due figli sono stati uccisi in un attacco suicida.