Economia

La lettera della UE all'Italia è strictly confidential

«Dall’analisi preliminare, sulla base dei conti degli uffici tecnici della Commissione Ue, l’Italia programma una significativa deviazione dagli aggiustamenti richiesti per centrare l’obiettivi di medio termine (il pareggio) nel 2015». È quanto rileva il commissario Jyrki Katainen nella lettera all’Italia che rappresenta il primo giudizio dell’Europa sulla Legge di Stabilità italiana. Ecco il testo della lettera di Jury Katainen a Pier Carlo Padoan, nella quale si chiede una risposta nel merito dei rilievi entro 24 ore. La lettera si chiude ricordando che l’Europa sta cercando un dialogo costruttivo con l’Italia per arrivare a un accordo finale. Curiosamente, la lettera messa on line ha la scritta «strictly confidential». Interessante è anche notare che Katainen ha inviato la lettera come portavoce della Commissione, quindi Moscovici di fatto è già fuori dal gioco. Last but not least, il richiamo alla full compliance nel testo vuole dire che l’Europa ci chiede di rispettare interamente i numeri della riduzione del deficit, ovvero vuole un aggiustamento dello 0,5% e non dello 0,1%, per una differenza totale di 6,5 miliardi.
katainen padoan lettera
LA LETTERA STRICTLY CONFIDENTIAL

Manuel Barroso ha parlato poi di decisione unilaterale dell’Italia riguardo la pubblicazione della lettera. L’Ue non ha gradito che si sbattesse in prima pagina lo “strictly confidential”. Barroso ha anche criticato la stampa italiana, che secondo lui ha dato credito a voci false sulle manovra e sulla commissione. «La maggior parte di queste notizie sono false, surreali e non hanno nulla a che vedere con la realtà», ha detto in conferenza stampa. Barroso ha poi aggiunto: «Non è stata la Commissione a spingere per la pubblicazione sennò l’avrebbe fatto direttamente». «La lettera è stata redatta perché abbiamo l’obbligo legale di comunicare ai governi quando ci sono dubbi relativi alla conformità con le regole: questo abbiamo fatto, questo ha fatto il commissario Katainen col mio pieno sostegno e con quello del nuovo presidente Juncker» ha sottolineato ancora Barroso. «La Commissione non è favorevole alla pubblicazione di tali lettere: è in corso una consultazione informale e molto tecniche e noi pensiamo che debba avvenire in un clima di fiducia: il governo ha deciso di pubblicare la lettera ed è suo diritto, ma voglio dire che la Commissione non ha assolutamente spinto per la pubblicazione» ha commentato Barroso.
 
LE SPIEGAZIONI RICHIESTE
Sono due i punti che il commissario Ue chiede all’Italia di spiegare: «perché l’Italia programma di non rispettare il patto di stabilità nel 2015» e «come assicurerà un pieno rispetto degli obblighi della politica di bilancio nel 2015». Gli uffici tecnici del ministero dell’Economia e delle Finanze sono già in contatto con la direzione Ecofin a Bruxelles, così come il Governo italiano è in contatto con la Commissione europea. Il Governo italiano rispondera’ alla richiesta di chiarimento entro domani», comunica il Mef sul suo sito, in merito alla lettera. Nell’attesa, meglio prenderla a ridere:

Leggi sull’argomento: Austerità, l’Europa per lettera ci chiede una ricarica Vodafone