Attualità

Le ronde anti ladri organizzate su Facebook

giuseppe arlotta crescentino ronde anti ladri - 9

Giuseppe Arlotta di Fratelli d’Italia è l’Assessore alla Cultura, al Sociale e alle Case Popolari con delega alla Protezione Civile del Comune di Crescentino (Vercelli) si descrive sulla sua pagina Facebook come “uomo politico di destra, difensore dei valori ed ideali tradizionali, di fede cattolica, sostenitore dell’idea di Patria” ed è per questo che ha deciso una decina di giorni fa di lanciare un appello per proteggere la piccola patria che è la sua città dall’assalto dei ladri. L’Assessore ha deciso infatti di coinvolgere i cittadini di Crescentino in un’operazione di sorveglianza che generalmente è l’ultimo rifugio dell’uomo di destra in Italia: la ronda.
giuseppe arlotta crescentino ronde anti ladri - 1

Cercasi amanti del baseball

Non si può certo dire che l’idea di Arlotta sia innovativa, e tanto meno che serva a qualcosa. Da Nord Est giunge ancora l’eco lontano delle mitiche ronde padane di verde vestite, che ancora vagano sperdute nella nebbia tra i capannoni e i campi di mais o rimaste intrappolate al centro di una rotonda spuntata dal mattino alla sera e non ancora segnata sulle mappe. La novità è che essendo l’assessore Arlotta uomo di destra, ovvero di simpatie neofasciste, le ronde saranno quasi armate, almeno nelle intenzioni perché nella pratica probabilmente non sarà così, visto che è un reato. Non lo dice ovviamente, e non si tratta di armi da fuoco, ma parla di mazze da baseball, e si sarebbe più filologicamente corretti se si usassero di quei pregevoli manganelli in legno con scritto DVX che si trovano a volte negli autogrill e a Predappio. Come spiegava a La Stampa «La nostra frazione è sotto assedio: da oltre un anno si verificano furti anche di giorno. Dobbiamo lanciare un segnale che metta paura ai malviventi: la gente è stufa di non poter allontanarsi serenamente da casa».  E le mazze? Beh quelle non c’entrano, lui è un amante dello sport, in particolare del calcio e del baseball.

giuseppe arlotta crescentino ronde anti ladri - 7
I ragazzi della via Pal di Crescentino

E non c’è dubbio che per fermare o dissuadere dei ladri professionisti dei vigilantes amatoriali siano la risposta adeguata. Certo, c’è stato qualche problema organizzativo, del tipo che se avevi contattato Arlotta per poter partecipare alle ronde avresti dovuto ricontattarlo per poter partecipare. Ronde ricorsive.
giuseppe arlotta crescentino ronde anti ladri - 5
FUCK YEAH CAPS LOCK

Cercasi amici amanti di WhatsApp

C’è da dire che prima delle ronde da baseball a Crescentino hanno provato altre soluzioni fantasiose. Ad esempio il progetto “adotta una telecamera“, sempre su intuizione dell’Amministrazione Comunale, che però non sembra aver raccolto adesioni entusiastiche. L’idea era quella di collegare gli impianti di videosorveglianza privati al Comune e ai carabinieri in modo da avere ancora più telecamere da controllare.
giuseppe arlotta crescentino ronde anti ladri - 4
Ma Arlotta ha il pallino della sicurezza, soprattutto per quanto riguarda la frazione di San Silvestro. Qualche mese fa aveva lanciato un’altra brillante e geniale iniziativa: il gruppo su WhatsApp. Una ronda tecnologica che è stata molto utile in passato a controllare gli spostamenti di un furgone bianco! Talmente utile che ora si passa dalla ronda su WhatsApp a quella in strada.

giuseppe arlotta crescentino ronde anti ladri - 6
Non ci iscrivi mica persone di cui sospetti attività delinquenziali!1

Poi uno scopre che Arlotta è Assessore da un decennio (che è metà ventennio) e ancora a Crescintino non hanno risolto il problema dei furti nelle abitazioni? Viene quasi il dubbio che in dieci anni Arlotta non abbia fatto un granché per la sicurezza. Certo poi è facile dire che le cose sono peggiorate e che grazie a Renzi e alla Boldrini ora in Italia ci sono un sacco di stranieri e malintenzionati in più rispetto al passato, ma sappiamo che queste sono polemiche pretestuose, soprattutto in un paese di nemmeno ottomila abitanti. Ma torniamo alle ronde, come è andata a finire poi? Esattamente come tutte le ronde padane di un decennio fa. Alla prima uscita notturna hanno preso parte sette persone (su una decina di volontari totali), tutti ovviamente senza uno straccio di addestramento specifico. Una piccola passeggiata promozionale per le vie dell quartiere e poi tutti a nanna. Di ladri nemmeno l’ombra, le ronde funzionano!!1 Se non altro Arlotta ora è su tutti i giornali, telegiornali e programmi populisti di approfondimento sulla sicurezza in Italia.
giuseppe arlotta crescentino ronde anti ladri - 8