Attualità

Elio Lannutti e la seconda condanna per diffamazione

20mila euro di risarcimento nei confronti di Bankitalia più altri cinquemila di spese legali e IVA per le falsità scritte nel suo libro su abusi di Palazzo Koch

lannutti paragone giarrusso

La prima sezione civile del Tribunale di Roma, con una sentenza depositata il 25 febbraio, ha condannato in primo grado il senatore 5 Stelle Elio Lannutti a 20 mila euro (più altri 5 mila euro di spese legali più Iva) di risarcimento a favore della Banca d’Italia che aveva citato in giudizio il presidente dell’Adusbef per le dichiarazioni legate al lancio – nel 2015 – del suo libro ‘La Banda d’Italia’ in cui ipotizzava abusi commessi da Palazzo Koch. Lo riporta il ‘Foglio’ ricordando le parole di Lannutti che aveva definito la Banca d’Italia “una cupola che persegue l’illegalità” e che “difende i loschi interessi delle banche socie”.

Elio Lannutti e la seconda condanna per diffamazione

Il giudice ha valutato le dichiarazioni di Lannutti “gravemente diffamatorie e gratuitamente denigratorie” che hanno “leso un diritto fondamentale qual è quello all’immagine e alla reputazione” della banca centrale. Si tratta peraltro – ricorda il Foglio – della seconda condanna per Lannutti dopo quella di marzo 2018 a Terni sempre a favore della Banca d’Italia. Inoltre Lannutti è stato anche condannato – sempre per diffamazione – questa volta nei confronti della Consob. E il senatore M5S è indagato infine per diffamazione aggravata dall’odio razziale, su denuncia della Comunità ebraica, a causa di un tweet sui ”Protocolli dei Savi di Sion”.

lannutti

Il 13 febbraio scorso Lannutti aveva annunciato due querele nei confronti di quattro giornalisti che secondo lui avrebbe scatenato “macchine del fango e campagne diffamatorie durate mesi a reti ed edicole unificate”. Però il senatore è stato condannato anche in un’altra occasione, qualche tempo fa, per diffamazione nei confronti di Bankitalia. Aveva poi ritirato la sua candidatura a presidente della Commissione Banche.

Leggi anche: La donna che ha abbandonato un bambino a Termini è stata arrestata