Attualità

Domenico Spada e la comparsata (a pagamento?) da Giletti

domenico spada

Domenico Spada lunedì è stato ospite di Non è l’Arena da Massimo Giletti dopo Piazzapulita. Subito dopo Spada è tornato a dire la sua su Facebook commentando la sua performance insieme ai tecnici di La7 in un’atmosfera amichevole e conviviale, nella quale se l’è presa con i soliti “pseudo-giornalisti” e in particolare con Federica Angeli. Domenico Spada è tornato a dire che non lo fanno parlare in tv dopo il collegamento in tv, sostenendo che “siamo in un paese di dittatori” perché “Roberto Spada è incensurato”. Poi ha anche detto che sta diventando geometra ed è arrivato al quarto anno di studi, anche se dopo a causa dei problemi giudiziari non ha potuto continuare.

La parte più interessante è quando Spada ha sostenuto anche di essere “un libero muratore”, ovvero un massone, ma di non poterlo dire perché “altrimenti tutta la muratoria diventa mafiosa”. Spada ha annunciato anche una querela per Francesca Fagnani, ospite di Giletti in studio insieme ad Alfonso Sabella, ed è tornato a raccontare della sua lista civica, che ha fondato e con la quale vuole partecipare alle elezioni. Infine Spada ha sostenuto di essere stato pagato per la comparsata in tv: “Se uno Spada denuncia i carabinieri, non fa notizia. Se un Pinco Pallino dice che l’ho minacciato, fa notizia. Questa non è democrazia, ragazzi miei. Come devo dire che non mi pagano, non lo dite a nessuno che mi pagano perché sennò scoppia lo scandalo no? Avete capito come stiamo messi? A me mi pagano ma non lo devo dire. Ma io continuerò la mia battaglia”.