Attualità

Delta Air Lines: il blocco globale dei voli

delta air lines 1

A causa di un blocco nel sistema di computer della Delta Airlines, le operazioni di check-in della compagnia sono ferme a livello internazionale. Secondo quanto si apprende la compagnia sta effettuando manualmente i check-in dei quattro voli intercontinentali previsti questa mattina per Detroit, Minneapolis, Atlanta e New York. Centinaia i passeggeri della Delta Airlines in attesa al terminal 5 dell’aeroporto di Fiumicino. Sul posto è presente personale di Adr che sta dando assistenza ai passeggeri fornendo informazioni e distribuendo acqua.

Delta Air Lines: il blocco globale dei voli

La Delta Air Lines ha sperimento un’interruzione di grande livello sul sistema di rete: la compagnia fa sapere che i tecnici stanno lavorando per risolvere il problema dei computer al più presto possibile. I voli in partenza non sono attivi, ma quelli già in aria operano regolarmente, secondo quanto fatto sapere dalla stessa compagnia. La Delta fa 5000 partenze al giorno ed è membro dell’alleanza SkyTeam insieme ad altre compagnie come Air France – KLM. L’account della Delta su Twitter è pieno di risposte e scuse ai passeggeri. “I nostri sistemi sono down in tutto il mondo. Speriamo che non duri molto a lungo“, ha detto la compagnia aerea su Twitter. L’interruzione ha interessato i voli a livello globale. L’annuncio dei problemi di Delta è arrivato questa mattina presto direttamente dagli Stati Uniti, in un primo momento, tuttavia, pareva che le difficoltà riguardassero soltanto gli Stati Uniti, invece, il black out dei sistemi informatici ha colpito il cervellone centrale del vettore mandando in tilt tutte le operazioni della compagnia su scala globale. Nessun volo è quindi partito. “Speriamo che che il problema non duri a lungo” ha scritto la compagnia su Twitter rispondendo la domande dei clienti.
delta air lines 2
“I clienti dovrebbero controllare lo stato del proprio volo prima di dirigersi verso l’aeroporto, mentre stiamo affrontando il problema”, ha avvertito la società in un tweet. Gli aerei già in volo non sono interessati, ma migliaia di passeggeri, riferisce la Nbc, sono rimasti a terra nelle località del mondo servite dalla compagnia aerea. Alcuni passeggeri statunitensi presenti all’aeroporto di Fiumicino hanno spiegato di essere in attesa del check in da oltre un’ora. Lunghe attese anche allo scalo di Los Angeles e all’aeroporto londinese di Heathrow, dove si registrano “lunghe file di persone frustrate”. I dipendenti della Delta Airlines stanno procedendo a farraginosi check in manuali che richiedono “tempi molto lunghi”, ha detto alla Nbc uno dei passeggeri in attesa a Heathrow.
delta air lines 3

Cancellazione del volo: quali diritti per i passeggeri Delta

In caso di cancellazione del volo sono queste le due opzioni che può scegliere il passeggero secondo quanto prevede la Carta dei diritti dei passeggeri. A ricordarlo è l’Unione nazionale consumatori, dopo che un blocco informatico ha costretto Delta Air Lines a sospendere i propri collegamenti in tutto il mondo. Il passeggero ha diritto di scegliere tra il rimborso entro sette giorni senza penali dell’intero costo del biglietto per la parte del viaggio non effettuata (oppure anche per le parti di viaggio già effettuate, se divenute inutili rispetto al programma di viaggio iniziale e del volo di ritorno verso il punto di partenza iniziale) o la riprotezione, ossia l’imbarco su di un volo alternativo per la destinazione finale non appena possibile o ad una data successiva a lui più conveniente, a seconda della disponibilità di posti.  Il consumatore ha poi diritto, a titolo gratuito, all’assistenza, ossia a 2 telefonate, o fax o email, pasti e bevande in relazione all’attesa e, nel caso si renda necessario, il pernottamento, adeguata sistemazione in albergo e trasporto tra aeroporto e luogo di sistemazione. Inoltre, indipendentemente dalla scelta effettuata per il rimborso, il passeggero ha poi diritto ad una compensazione pecuniaria pari a 250 euro per le tratte fino a 1.500 Km, 400 euro per i voli tra i 1.500 ed i 3.500 Km (o oltre 3.500 Km per le tratte intracomunitarie) e 600 euro per le tratte superiori ai 3.500 Km al di fuori dell’UE. La cifra è dimezzata se al passeggero è offerto un volo alternativo il cui orario di arrivo non superi rispetto al volo originario, rispettivamente, le 2, 3 o 4 ore. La compensazione pecuniaria deve essere pagata in contanti, salvo che il passeggero non preferisca buoni di viaggio e/o altri servizi. Il diritto non scatta se il consumatore è informato della cancellazione con almeno 2 settimane di preavviso, o 7 giorni prima purché venga offerto un volo alternativo non più di 2 ore prima dell’orario di partenza originario e che si possa raggiungere la destinazione finale meno di 4 ore dopo l’orario di arrivo originariamente previsto, oppure meno di sette giorni prima, qualora venga offerto un volo alternativo non più di un’ora prima dell’orario di partenza iniziale che consenta di raggiungere la destinazione finale meno di due ore dopo l’orario d’arrivo originariamente previsto. La compensazione pecuniaria non è dovuta solo se il vettore può provare che la cancellazione del volo è stata causata da circostanze eccezionali che non si sarebbero comunque potute evitare anche se fossero state adottate tutte le misure del caso (ad esempio incidenti, condizioni meteorologiche incompatibili con l’effettuazione del volo, improvvise carenze del volo dal punto di vista della sicurezza, scioperi). “E’ evidente che non si tratta di quanto accaduto oggi alla compagnia Delta“, sottolinea l’Unc.
EDIT ORE 15: E’ finito il blocco informatico che ha costretto a terra per diverse ore tutti i voli della Delta Airlines nel mondo. Lo ha annunciato la compagnia aerea, precisando che il traffico sta riprendendo progressivamente. “L’interruzione dei voli della Delta e’ terminata e un numero limitato riprendera’ dopo il blocco ad Atlanta che ha colpito il sistema informatico”, ha spiegato via Twitter l’azienda.