Attualità

Operazione Gramigna: i 23 arresti nel clan dei Casamonica a Roma

casamonica arresti 2

Ventitré misure cautelari – emesse dal gip del Tribunale di Roma su richiesta della Direzione distrettuale antimafia – sono state eseguite dai carabinieri nei confronti di altrettanti appartenenti alle famiglie Casamonica, Spada e Di Silvio fra cui 7 donne, ritenuti responsabili, in concorso fra loro e con ruoli diversi, di estorsione, usura, intestazione fittizia di beni, spaccio di stupefacenti ed altro, reati per buona parte commessi con l’aggravante del metodo mafioso.

I 23 arresti nel clan dei Casamonica a Roma

Le indagini dei Carabinieri costituiscono la prosecuzione dell’operazione “Gramigna” che, la scorsa estate, ha già interessato 37 appartenenti al clan. Nell’operazione “Gramigna bis” – in corso tra Roma e provincia e in varie regioni – sono impegnati circa 150 Carabinieri del Comando prrovinciale di Roma, con l’ausilio di unità cinofile, un elicottero dell’Arma e del personale dell’ottavo Reggimento “Lazio”.

casamonica arresti

Le indagini costituiscono la prosecuzione dell’operazione ”Gramigna” che, la scorsa estate, ha già interessato 37 appartenenti al clan Casamonica.

casamonica arresti 1

Nel frattempo, con la coda di paglia tipica di chi sa di essere in torto e in concorrenza, la sindaca Virginia Raggi e il ministro Matteo Salvini sono accorsi a mettere il fiocco sull’operazione dei magistrati: “Altra operazione contro i Casamonica, gli Spada e i Di Silvio: i Carabinieri hanno arrestato 24 persone (tra cui 7 donne) con l’accusa di estorsione, usura, spaccio, intestazione fittizia di beni. Tutti commessi con l’aggravante del metodo mafioso. Non solo: presto sarò ad Anzio, per restituire una villetta confiscata ai cittadini. Grazie a forze dell’ordine e inquirenti, nessuna tregua ai criminali!”, dice Salvini su Facebook.

salvini raggi

“Non abbassiamo lo sguardo, siamo sotto attacco”, scrive attraverso gli hashtag la sindaca.

Leggi anche: Giuseppe Casamonica: il ritorno in carcere del capoclan della mafia a Roma