Attualità

Zanzara tigre, il focolaio di Chikungunya a Roma

chikungunya zanzara epidemia 1

Nel Lazio si sono registrati 11 nuovi casi di Chikungunya, di cui 4 a Roma. Lo fa sapere la Regione Lazio. “Ad oggi – spiega una nota – al Servizio Regionale di Sorveglianza Malattie Infettive (Seresmi) sono pervenute un totale di 76 notifiche di casi di Chikungunya. Dunque 11 casi in più rispetto all’ultima rilevazione effettuata nella giornata di ieri lunedì 18 settembre. Di questi 11 nuovi casi 7 sono residenti o hanno riportano un soggiorno nel comune di Anzio nei 15 giorni precedenti l’esordio dei sintomi. I restanti 4 nuovi casi sono residenti nel comune di Roma e non hanno collegamenti con Anzio. Ribadiamo che in aree dove si segnalano casi autoctoni singoli o focolai epidemici autoctoni (2 o più casi) scattano le misure di disinfestazione previste dal Piano nazionale di Sorveglianza 2017 del Ministero della Salute ovvero: trattamenti su suolo pubblico e privato, trattamenti adulticidi con prodotti abbattenti, trattamenti dei focolai larvali, replica di tutti gli interventi in caso di pioggia, ripetere l’intero ciclo dopo la prima settimana”.

chikungunya zanzara infetta zone a rischio roma 1
Chikungunya: come si trasmette e come si cura (Corriere della Sera, 14 settembre 2017)

la ministra della Salute Beatrice Lorenzin ha ricordato che «non esiste un vero pericolo sanitario, la Chikungunya ha degli effetti collaterali, è molto dolorosa ma non ha nessun effetto sulla salute complessiva». Toccherà al suo dicastero consegnare, venerdì, all’Oms un dettagliato dossier sull’evoluzione del virus nella nostra Regione. Ieri durante la commissione Ambiente si è affrontato ancora il tema dei ritardi. La segnalazione dell’ASL Roma 2 al Campidoglio è del 7. Il direttore del dipartimento promozione tutela ambientale Rosalba Matassa ha spiegato: «Ci deve essere stato qualche problema nella trasmissione perché noi l’abbiamo ricevuta l’8». La consigliera Pd Valeria Baglio ha chiesto perché l’ordinanza sulle disinfestazione nelle zone private sia arrivata dopo l’11 settembre. «Abbiamo fatto bene ad aspettare perché il 12 abbiamo partecipato a una riunione in regione dove ci hanno spiegato la situazione e così abbiamo capito che non dovevamo limitarci alle aree che avevamo stabilito e abbiamo fatto un’ordinanza» ha aggiunto Matassa. Daniele Diaco presidente della commissione ha snocciolato alcuni i dati sugli interventi da maggio in poi: 48.926 euro a maggio, 82.311 a giugno e 40.190 a luglio.

Leggi sull’argomento: Chikungunya: tutte le zanzare tigre che ci ha regalato il comune di Roma