Attualità

Viktoria Marinova: la giornalista bulgara stuprata e assassinata

viktoria marinova

Una giornalista bulgara, Viktoria Marinova, è stata violentata e uccisa a Russe, nel nord della Bulgaria. Secondo i media di Sofia, il delitto è avvenuto ieri in un parco alla periferia della città dove la donna faceva jogging.

Viktoria Marinova: la giornalista bulgara stuprata e assassinata

Secondo il ministro dell’interno bulgaro Mladen Marinov l’uccisione non sarebbe da collegare all’attività professionale della giornalista, che era direttore amministrativo del canale televisivo privato Tvn di Russe. Secondo altri media europei la donna stava investigando su presunti abusi sui fondi Ue. L’OSCE ha espresso orrore e shock per la morte di Viktoria Marinova, auspicando che le indagini facciano luce al più presto sul responsabile e sul movente del suo omicidio.

Il Courrier des Balkans ricorda che l’inchiesta di cui si stava occupando Viktoria riguardava i fondi europei percepiti da un’azienda vicina al primo ministro bulgaro Borissov. Quello di Marinova è il terzo omicidio di un giornalista nell’Ue in un anno. La giornalista maltese Daphne Caruana Galizia è stata uccisa da un’autobomba nell’ottobre 2017, mentre il giornalista slovacco Jan Kuciak è stato ucciso in casa a febbraio. L’indagine di un gruppo di giornalisti bulgari riguardava società coinvolte in progetti infrastrutturali finanziati dall’UE e amministrati dalle autorità locali. Ha affermato che il 30-40% dei finanziamenti ricevuti da un gruppo di società è stato perso per corruzione e tangenti. A fine settembre, Marinova aveva intervistato due giornalisti che lavoravano alla storia, poi arrestati dalla polizia bulgara.

Leggi sull’argomento: Partite IVA e flat tax: le tasse aumentano?