Attualità

I nuovi testimoni dicono che Viviana Parisi era con Gioele subito dopo l’incidente

Ci sarebbe almeno un altro nuovo testimone, forse due, che quella mamma e quel bambino li avrebbe notati subito dopo l’impatto in galleria.

viviana parisi scomparsa gioele piramide della luce

Ci sono nuovi testimoni che dicono che Viviana Parisi era con Gioele Mondello subito dopo l’incidente. E questo, oltre a confermare quanto rilevato dalle telecamere a Sant’Agata di Militello, esclude la possibilità che il bambino debba essere cercato altrove rispetto al luogo in cui è stato ritrovato il cadavere della donna.

I nuovi testimoni dicono che Viviana Parisi era con Gioele subito dopo l’incidente

A parlare oggi dei nuovi testimoni è Repubblica, che segnala che ci sarebbe almeno un altro nuovo testimone, forse due, che quella mamma e quel bambino li avrebbe notati subito dopo l’impatto in galleria.

Gli inquirenti  non si sbilanciano. Ma di mattina è stato il procuratore Cavallo a fornire il particolare che «supponiamo che Gioele si trovasse con la mamma quando si è verificato l’incidente». E poi che Gioele «compare nelle immagini di un sistema di videosorveglianza a Sant’Agata di Militello», il paese dove la macchina di Viviana si è fermata per una sosta di 22 minuti. Di fatto le ricerche hanno subito un’accelerata nelle campagne di Caronia. Ma la domanda adesso è: era cosciente il bambino quando la macchina ha urtato un furgone in galleria? Per questo il procuratore di Patti lancia l’ennesimo appello alla famiglia di turisti dall’accento settentrionale, che per primi avrebbero visto la donna scavalcare il guardrail.

E forse lo teneva in braccio. «Sapere se il bambino era in braccio o no alla mamma per noi è importante. Sappiamo da altri due automobilisti palermitani che due componenti di quella famiglia si sono messi alla ricerca di mamma e figlio. Un’opera meritoria — dice Cavallo — si presentino da noi. Non gli succederà nulla». Droni, vigili del fuoco e squadre anche della protezione civile in un giorno hanno scandagliato almeno 40 ettari di terreno. «Ogni cespuglio nasconde una trappola per Gioele. Facciamo passare e ripassare i droni e i cani», spiegano i ricercatori.

gioele mondello viviana parisi
La ricostruzione delle ultime ore di Viviana Parisi (La Repubblica, 10 agosto 2020)

Il procuratore di Patti è ritornato anche per un  sopralluogo, il terzo in tre giorni,  al traliccio sul quale, forse, Viviana potrebbe essere salita per suicidarsi  o dal quale è caduta mentre cercava di mettersi in salvo perché attaccata da un animale. Si attendono i risultati degli accertamenti sulla torretta da parte della Scientifica per sapere se sul ferro ci sono le impronte di Viviana. Intanto, spiega oggi il Corriere,  la famiglia di Daniele Mondello, marito di Viviana, sta facendo una propria indagine sul campo.

A guidarla il cugino Claudio Mondello, suo legale, che dopo aver ripercorso il drammatico viaggio della parente, si è fatto un’idea precisa di cosa può essere successo. «Quella mattina lei, che temeva il Covid per la sua famiglia, voleva andare con Gioele alla Piramide della Luce, a circa 40 chilometri da Sant’Agata verso Palermo— spiega—. La Piramide è un’installazione  artistica legata anche a una certa mistica e lei era diventata molto religiosa. Prima della scomparsa aveva chiesto ai cognati dove si trovava l’opera. E ha raccontato a Daniele la bugia delle scarpe per Gioele da prendere a Milazzo per evitare discussioni».

Leggi anche: Gioele era in auto la madre Viviana Parisi prima della scomparsa