Attualità

I 300mila che vivono in zone a rischio allagamento e inondazione a Roma

roma allagata pioggia

Dopo la pioggia che ha allagato ieri Roma, Il Messaggero oggi pubblica la mappa delle zone a rischio alluvioni e inondazioni e delle zone a rischio frane in città. Nell’area metropolitana della Capitale il rischio idrogeologico attualmente tocca un territorio di 1135 ettari dove vivono e lavorano circa trecentomila persone. Si tratta della più elevata esposizione d’Europa. A scattare la fotografia è l’Autorità di bacino distrettuale dell’Appennino Centrale, che ieri in un convegno ha evidenziato 28 zone a rischio frana, stilando un elenco di dettaglio di 383 siti. Il report presentato in Campidoglio ricorda le piene storiche più problematiche: quella dell’11 dicembre 2008, come quella di novembre 2012 che registrò una portata di 1.993 metri cubi al secondo di acqua piovana (la portata media è di 220).

Le cartografie aggiornate dell’Autorità di Distretto mostrano zone particolarmente esposte a rischio frane. I fenomeni più recenti sono stati nella collina di Monte Mario, a Viale Tiziano, a Monteverde Vecchio e a Balduina. L’Ispra ha inoltre censito le voragini che si aprono sul territorio urbano di Roma. Per voragini si intendono tutti gli eventi di grandi dimensioni metriche, sia di diametro che in profondità, e negli ultimi 10 anni si è assistito ad un grande incremento del numero delle voragini: da una media di 16 voragini l’anno (dal 1998 al 2008) si è passati ad una media annuale di più di 90 voragini;il massimo di 104 è stato registrato nel 2013.

inondazione allagata roma
I 300mila che vivono in zone a rischio inondazione o allagamento a Roma (Il Messaggero, 3 dicembre 2019)

I Municipi più colpiti sono il Municipio V, il VII e il II, soprattutto nei quartieri Tuscolano, Prenestino e Tiburtino ma anche il centro storico è colpito, in particolar modo nelle aree dell’Aventino, del Palatino e dell’Esquilino. Nella porzione occidentale di Roma il Municipio che conta più voragini è il XI seguito dal XII, Portuense e Gianicolense.

Leggi anche: Le foto e i video di Roma allagata per la pioggia