Attualità

Genova, come cambia la viabilità dopo il crollo del Ponte Morandi

viadotto polcevera ponte morandi a10 1

Dopo il crollo del Ponte Morandi sul viadotto Polcevera Genova è una città spezzata in due e tutto il Nord-Ovest risentirà dell’impossibilità di passare da quella parte. Il Corriere della Sera riepiloga oggi gli itinerari alternativi alla chiusura dell’allacciamento A7 per l’A10 in direzione aeroporto, che potrebbe rimanere chiuso per almeno tre anni:

Per chi proviene dalla A10 o dall’A26 l’ultima uscita utile è Genova Aeroporto. Chi invece proviene da Levante sulla A12 e vuole inserirsi nell’A10 può uscire a Genova Est o Genova Ovest e percorrere la viabilità ordinaria per riprendere la A10 dallo svincolo Aeroporto o dal successivo Genova Pegli. Per chi arriva dalla A10 da Ponente si consiglia di utilizzare la A26 Genova Gravellona Toce, poi la D26 diramazione Predosa Bettole e infine la A7 verso Genova.

Per coloro che da Levante sono diretti a Ponente, si consiglia di utilizzare la A7, seguire le indicazioni per la diramazione Predosa Bettole e poi prendere la A26 verso Genova e proseguire per Savona.

crollo ponte morandi viadotto polcevera genova
La ricostruzione del crollo di Genova (La Repubblica, 15 agosto 2018)

A chi si sposta localmente è sconsigliato di percorrere le autostrade e viene invitato a utilizzare la viabilità ordinaria. Lungo la costa ci sono due passaggi tra Levante e Ponente: via Guido Rossa e via Cornigliano. Treni: già ieri la linea Genova-Milano è stata riattivata a binario unico nel tratto prossimo all’incidente, con rallentamenti e alcune cancellazioni di treni regionali.

Nella linea Ovada Genova Piazza Principe la circolazione è stata sospesa fra Genova Borzoli e Genova Piazza Principe. Trenitalia segnala che oggi vengono assicurate corse aggiuntive fra Genova Voltri e Genova Brignole.

Leggi sull’argomento: Danilo Toninelli vuole le dimissioni dei vertici di Autostrade (ma non può chiederle)