Attualità

I cento genitori denunciati per false certificazioni sui vaccini

false certificazioni vaccini

Quasi 100 falsi certificati o autocertificazioni ad attestare vaccinazioni che non sono mai state effettuate sui bambini. Con l’obiettivo di sfuggire all’obbligo di immunizzazione e lasciare i figli a scuola. I Carabinieri dei Nas hanno effettuato, dal settembre 2018, un monitoraggio nazionale in istituti scolastici ed educativi per il riscontro a campione della veridicità delle certificazioni e autocertificazioni di regolare adempimento degli obblighi vaccinali dei minori presentate dai genitori presso le segreterie degli istituti scolastici, con i dati in possesso delle competenti Asl.

Come illustrato oggi in conferenza stampa a Roma, sono stati effettuati accessi presso 1.493 istituti di tutto il territorio nazionale e verificata la presenza e la veridicità di oltre 55.750 tra autocertificazioni e certificazioni consegnate dai genitori all’iscrizione dei figli. Nel corso dei riscontri sono stati rilevati 96 episodi di acclarato falso documentale di autocertificazioni attestati la copertura vaccinale obbligatoria ai sensi della Legge 119/2017, sottoscritte dai genitori, delle quali non è stato trovato riscontro documentale presso le Asl, con deferimento degli stessi alle locali Procure della Repubblica per il reato di falso ideologico commesso da privato in atto pubblico.

Leggi sull’argomento: Tutti i problemi del sito del Reddito di Cittadinanza

vaccinazioni calendario vaccinale settembre - 5
Da: Io Vaccino

Il ministero della Salute aveva già annunciato a settembre che erano emersi episodi di falso documentale riferendo che il numero era di 55 casi. All’epoca, secondo i numeri comunicati da Giulia Grillo, in Campania era arrivato il maggior numero di segnalazioni all’autorità giudiziaria: 15, su un totale di 282 autocertificazioni e 507 certificazioni in possesso delle Asl relativamente a 40 scuole. Seguiva la Basilicata con 12 (29 scuole, 943 autocertificazioni e 758 certificazioni ufficiali); quindi con 7 a testa c’erano Veneto (84 scuole, 1.191 autocertificazioni e 3.480 certificazioni) e Sardegna (69 scuole, 951 autocertificazioni, 2.312 certificazioni), la Puglia con 4, la Toscana e la Sicilia con 3 a testa, la Lombardia con 2, il Friuli Venezia Giulia con 1.