Attualità

Gabriele Orlandi: il pilota dell'Eurofighter precipitato durante il Terracina Air Show

“Cieli blu!”. È il commiato dei piloti e dei commilitoni dell’Aeronautica militare che sui social network salutano il capitano di 36 anni, Gabriele Orlandi, morto nell’incidente di Terracina, in provincia di Latina. “R.I.P.”, riposa in pace è l’altra espressione ricorrente nei gruppi su Facebook di sottufficiali dell’Arma aerea, tra espressioni di dolore e di sgomento. L’Eurofighter del Reparto Sperimentale Volo dell’Aeronautica militare precipitato oggi in mare “era parte del programma dell’Air Show organizzato, come avviene in ogni stagione estiva, a corredo delle spettacolari evoluzioni delle Frecce Tricolori”, ha fatto sapere lo Stato maggiore della Difesa spiegando come, “durante l’esibizione, al termine di un loop, l’Eurofighter pilotato dal Capitano Gabriele Orlandi, non è riuscito a riprendere quota, impattando violentemente in acqua”.

Gabriele Orlandi: il pilota dell’Eurofighter precipitato durante il Terracina Air Show

Tra il pubblico c’era anche la fidanzata del capitano, che ha avuto un malore. Ad assistere allo show, che era alla seconda edizione, migliaia di persone che affollavano lungomare e spiaggia di Terracina. E tanti i testimoni che, telefonino in mano, hanno filmato l’evoluzione dell’Eurofighter finito in acqua sullo sfondo delle isole Pontine. Immagini che hanno subito cominciato a circolare in rete. “È stato terribile. Siamo sgomenti”, racconta uno spettatore. L’aereo “avrebbe dovuto sfiorare l’acqua e poi risalire ma invece si è schiantato sul mare”.
gabriele orlandi eurofighter terracina air show
Il caccia faceva parte del Reparto sperimentale di volo dell’Aeronautica militare. Si tratta di un aeroplano imponente, uno dei velivoli cui è affidato il compito della difesa dello spazio aereo nazionale. Sono “ancora sconosciute”, fa sapere la forza armata, le cause dell’incidente dell’Eurofighter, precipitato in mare “nella fase finale del suo programma di volo”. L’Aeronautica ha attivato le procedure per accertare la dinamica: un’apposita commissione si occuperà di questo aspetto. Le operazioni di soccorso, coordinate in mare dalla Guardia costiera, sono iniziate immediatamente dopo l’impatto grazie ai mezzi già presenti sul posto. Il corpo del pilota è stato recuperato poco dopo.
gabriele orlandi eurofighter terracina air show 1

L’Eurofighter precipitato in mare durante il Terracina Air Show

Pochi minuti dopo l’incidente l’hashtag Terracina era in testa ai trending topic su Twitter: “È caduto l’#eurofighter davanti ai miei occhi, profonda tristezza e rispetto”, è stato uno dei primi commenti a caldo sul social network. In tanti hanno parlato di “tragedia”, di incidente “impressionante”, di “apprensione” per la sorte dei piloti. Alla tragedia ha assistito la fidanzata, che era in spiaggia a seguire l’Air show ed ha avuto un malore.

L’Aeronautica Militare ha pubblicato su Facebook le sue condoglianze: «L’Aeronautica Militare esprime cordoglio e vicinanza alla famiglia del Capitano Gabriele Orlandi, deceduto oggi nell’incidente aereo avvenuto a Terracina». Ci sono dei precedenti: il 23 settembre del 2014 a Venezia un ultraleggero si schiantò in mare. Il pilota, Francesco Fornabaio, campione italiano della massima categoria e pluripremiato a livello mondiale, si trovava a bordo di un «Breitling Xtreme 3000», un ultraleggero quando è precipitato tra le onde. E ancora, nel 2015 ad Alba Adriatica, un’ora prima dell’esibizione delle Frecce Tricolori due aerei si scontrarono sui cieli di Tortoreto e uno dei due piloti morì sul colpo.

Chi era Gabriele Orlandi

GabrieleOrlandi, 36anni,era in servizio nel reparto sperimentale di volo di Pratica di Mare (Roma). Originario di Cesena, era laureato in Scienze Aeronautiche all’Università “Federico II” di Napoli. Dal 2007 era pilota militare dell’Aeronautica, dieci anni di intensa attività con numerose esperienze, tra le quali, recentemente, una negli Stati Uniti proprio come sperimentatore. Oltre alla passione per il volo si era impegnato negli studi, ottenendo una seconda laurea in Scienze Politiche.

gabriele orlandi eurofighter terracina air show 4
Gli eurofighter dell’esibizione Terracina Air Show (Il Messaggero, 25 settembre 2017)

Ora bisognerà analizzare la scatola nera dell’Eurofighter che ieri, in serata, non era stata ancora recuperata. E’ lì che vengono registrati tutti i dati aerodinamici di un velivolo e tutti i parametri di volo. L’Eurofighter ha violentemente impattato con l’acqua e si è inabissato, il pilota non è riuscito ad eiettarsi, forse pensava di recuperare quota in tempo evitando la collisione. Solitamente, spiegano gli esperti, quando si è all’apice della manovra, si ha scarsa accelerazione mentre, quando si è in fase di uscita dal rovesciamento, come in questo caso, il velivolo è in accelerazione. Per adesso si ipotizza un guasto tecnico o un malore.

Leggi: Eurofighter precipitato in mare durante il Terracina Air Show, trovato il corpo del pilota