Attualità

Coronavirus: i due casi sospetti a Olbia

vaccino influenza coronavirus olbia

Due coniugi di Olbia sono stati segnalati come sospetti casi di coronavirus e sono sotto il monitoraggio dell’Unità di crisi locale del nord Sardegna, istituita dall’assessorato regionale della Sanità. La coppia è rientrata nei giorni scorsi da un viaggio su una nave da crociera e ha manifestato sintomi come febbre e tosse. Da un paio di giorni marito e moglie sono tenuti in isolamento nel loro appartamento di Olbia, e tenuti sotto controllo dai medici, così come previsto dal protocollo sanitario.

piano coronavirus
Il Coronavirus 2019-nCov nel mondo (Il Messaggero, primo febbraio 2020)

L’Unità di crisi sta seguendo l’andamento della sintomatologia e dovrà valutare se trasferire i coniugi in uno dei due reparti ospedalieri della Sardegna attrezzati per gestire l’emergenza, ossia l’Unità operativa complessa di Malattie infettive e tropicali dell’Aou di Sassari, o l’Unità operativa complessa di Malattie infettive del Santissima Trinità di Cagliari. Già la settimana scorsa l’allarme coronavirus era scoppiato per un caso sospetto a Castelsardo, dove un bambino cinese di 2 anni aveva manifestato i sintomi del virus. Anche in quel caso era scattato il protocollo sanitario e l’isolamento a domicilio. Poi i test avevano stabilito che il piccolo era affetto da una semplice influenza di tipo B.

Leggi anche: «Il Coronavirus resiste fino a nove giorni fuori dai corpi»