Attualità

Coronavirus: i quattro casi sospetti a Genova (sono negativi al test)

ospedale san martino genova coronavirus

Quattro cittadini cinesi sono ricoverati a Genova e trattati come casi sospetti di Coronavirus. I quattro, padre e tre bambini, sono sotto osservazione all’ospedale San Martino. L’uomo è asintomatico, i bambini hanno qualche sintomo termico e respiratorio. La mamma e l’altro bambino, al momento asintomatici, sono in isolamento al loro domicilio. Lo rende noto la Regione. Loro compongono il nucleo familiare. La settima persona vive in Italia ma al di fuori del nucleo familiare. Questa non è mai stata in contatto con i componenti del nucleo familiare e su di lei non ci sono attenzioni particolari. Era stata associata al nucleo familiare perché in un primo momento risultava residente con la famiglia. Padre, madre e bambini erano rientrati dalla Cina il 15 febbraio da una zona a elevata circolazione del Coronavirus.

ospedale san martino genova coronavirus

“In Liguria sei cinesi rientrati dalla Cina sono stati portati all’ospedale San Martino e all’istituto pediatrico Gaslini per controlli, poiché potrebbero aver contratto il coronavirus”, scrive il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti su facebook. “Tutto il nostro sistema sanitario è pronto a fronteggiare qualsiasi eventuale emergenza e alle 17.30 in diretta dalla Regione vi aggiorneremo sulla situazione”, aggiunge. Si tratta di quattro adulti e due bambini rientrati in Italia dopo aver fatto scalo a Parigi. Questa mattina, intorno alle 9, Regione Liguria ha ricevuto dagli uffici competenti di Alisa, l’Agenzia ligure per la Sanità, la segnalazione che sono state attivate le procedure di approfondimento. I sette erano già sottoposti a sorveglianza attiva dal 16 febbraio.

EDIT ORE 17,33:  “Coronavirus, tutti negativi i test per i casi all’esame dell’ospedale San Martino di Genova”. Lo annuncia su Facebook il governatore ligure Giovanni Toti, riferendosi al nucleo familiare cinese in osservazione nel nosocomio cittadino. “Manteniamo alto il livello di guardia” ha detto Toti, poco prima del punto stampa in Regione Liguria.

Leggi anche: Coronavirus, i controlli all’azienda MAE di Fiorenzuola in provincia di Piacenza