Attualità

Coprifuoco in tutta Italia: cosa chude con il DPCM di domenica

Un nuovo DPCM probabilmente domenica con misure più restrittive: coprifuoco in tutta Italia già alle 20? Palestre e piscine chiuse, centri commerciali serrati nel fine settimana

dpcm oggi coronavirus coprifuoco alle 22 cosa chiude italia

Un nuovo DPCM domenica dopo i quasi 20mila casi giornalieri registrati ieri che inasprisce le restrizioni ora in vigore in tutta Italia: tra le ipotesi sul tavolo una stretta sugli spostamenti, il coprifuoco in tutte le regioni, la serrata delle attività non essenziali. Il governo è dunque al bivio. L’ala rigorista punterebbe a restrizioni più severe, come la possibilita’ di prevedere già dalle 18 o dalle 21 una chiusura, salvaguardando solo scuola e lavoro, mentre altri ministri vorrebbero il limite delle 23 o delle 24, come stabilito già da diversi governatori. A rischio palestre, centri estetici, la partecipazione del pubblico agli eventi ma al momento le valutazioni per il nuovo Dpcm sono ancora in corso. Possibile dunque anche una stretta sugli spostamenti tra le regioni e le aree maggiormente a rischio, un incremento dello smart working e un maggior ricorso alla didattica a distanza per le scuole superiori.

Coprifuoco in tutta Italia: cosa chude con il DPCM di domenica

Il coprifuoco è la misura che sembra ormai certa, anche se non sono chiari i termini: l’Italia chiuderà alle 18 come vogliono i rigoristi, alle 20 o alle 22? Conte, spiega Repubblica, spinge per una misura che non penalizzi troppo i locali, mentre il ministro dell’Economia, Gualtieri, ha fatto gia sapere che il governo tutelerà chi subirà i danni. “Adotteremo tutte le misure economiche necessarie a sostenere i settori che avranno delle conseguenze negative”, ha spiegato ribadendo quindi la volontà di sostenere “tutti coloro che risentono dell’impatto economico del coronavirus”:

Le misure, come detto, sono oggetto di dibattito serrato. Di certo si limiteranno gli spostamenti ai giustificati motivi, anche se la casistica sarà ampia e includerà anche gli acquisti. I negozi, insomma, resteranno aperti. Si tratta però di un segnale, così come un messaggio di prudenza è quello di un coprifuoco per i locali. I dem sono radicali, sul punto: si fissi alle 20. Conte, che ha sempre difeso l’idea di lasciare aperti bar e ristoranti, preferirebbe le 23, pronto al limite a valutare le 22.

coprifuoco alle 22 italia coronavirus quando inizia 1

Si tratterebbe di una vera e propria zona arancione, spiega La Stampa, che scrive che bar e ristoranti chiuderebbero:

L’idea della zona arancione nasce da due studi dell’istituto Mario Negri, consegnati a Conte, dove viene dimostrato che nel breve periodo in cui questa misura restò in vigore in Italia, dall’8 al 12 marzo, ottenne effetti benefici sulla curva dei contagi. È sempre all’interno di questi studi che vengono comparati i dati sull’efficacia dei coprifuoco serali nei Paesi europei: irrilevanti, fatta eccezione – si legge – per un effetto di tipo psicologico, che indurrebbe la popolazione ad avere una percezione più alta del pericolo. L’idea di un coprifuoco alle 22, come ipotizzato nei giorni scorsi, appare superata. Bar, ristoranti ed esercizi commerciali dovrebbero chiudere, anche se c’è chi spinge per tenerli aperti almeno fino alle 18. Le scuole, invece, resterebbero aperte, ma con regole più chiare e valide per tutti.

coprifuoco alle 22 italia coronavirus quando inizia

Palestre, piscine e centri commerciali sono destinati alla chiusura, spiega il Corriere:

La linea dura, adesso condivisa da tutto il governo, sembra condannare alla «serrata» palestre, piscine e anche i circoli sportivi dove finora erano consentiti gli allenamenti. Si potrà continuare a fare jogging e attività motoria, con le regole in vigore durante il lockdown. Ma i campionati non professionistici dovranno fermarsi. Quasi certa la chiusura nel fine settimana dei centri commerciali, dove si creano assembramenti ad alto rischio. E nel governo c’è chi spinge per arrivare a un lockdown «dolce» nel weekend. I negozi al dettaglio resteranno aperti, ma non è escluso uno scaglionamento degli orari per alleggerire il trasporto pubblico. Quanto ai mercati rionali, o si fa una stretta sulle regole, o saranno chiusi.

regioni a rischio lockdown oggi 24 ottobre

Leggi anche: La rivolta a Napoli contro il lockdown e gli scontri con la Polizia