Attualità

Come è morto Alex Gerolin

alex gerolin

Il corpo di Alex Gerolin, uno dei due ragazzi scomparsi a poche ore di distanza a Portogruaro (l’altro è Younes El Khayar), è stato ritrovato ieri alla Brussa di Cadorle, nella litoranea veneta, proprio sotto al cavalcavia che sovrasta il corso d’acqua.

Come è morto Alex Gerolin

Lì, racconta oggi Il Gazzettino, si erano concentrate le ricerche dei soccorritori che erano intervenuti anche domenica con i cani molecolari. Unità in servizio ai carabinieri che avevano tracciato il percorso fatto da Alex giovedì mattina quando è stato notato alla Brussa. Giunti sul ponte i cani avevano perso le tracce del giovane. Secondo la ricostruzione degli investigatori, Alex sarebbe volato dal ponte finendo nel canale Cavanella, battendo violentemente la testa dopo un volo di 10 metri, in cui avrebbe perso i sensi finendo poi in fondo al canale profondo in quel punto 4 metri.

Si sarebbe trattato molto probabilmente di un gesto volontario. Alex giovedì mattina era andato a lavorare di buon’ora, iniziando il turno alla “Atena”di Malcantondi
Gruaro alle 6. Dopo circa un’ora si era allontanato senza alcun motivo con la sua Lancia Ypsilon rossa. Auto che era stata poi trovata alla Brussa. A quel punto il giovane di Portogruaro aveva cercato di tornare sui suoi passi, fino al ponte dove purtroppo si sono perse le sue tracce.

Sgomento e incredulità sono i sentimenti che ha suscitato la tragedia. “Alex era un buon ragazzo – hanno spiegato i colleghi di lavoro – era una persona molto sensibile. Ci mancherà davvero”. Cordoglio anche da parte dell’amministrazione comunale di Portogruaro: «Siamo vicini alla famiglia in questo momento di sofferenza, che tocca la nostra comunità», dice il sindaco Senatore.

I funerali di Alex sono già stati fissati per domani, mercoledì, alle 15.30 nell’Abbazia di Summaga. Aveva due sorelle e i genitori.

Leggi anche: Salvini indagato per sequestro di persona per i migranti della Sea Watch 3