Attualità

Desirée Mariottini, cade l’accusa di omicidio per Chima Alinno e Brian Minthe

mamadou gara brian minteh desirée mariottini

Il Tribunale del Riesame ha fatto cadere l’accusa di omicidio per due degli arrestati per la morte di Desirée Mariottini, la 16enne di Cisterna di Latina, trovata senza vita nella notte tra il 18 e il 19 ottobre in un casolare abbandonato nel quartiere di San Lorenzo a Roma. Si tratta di Chima Alinno, il 47enne nigeriano e di Brian Minthe, 43 anni senegalese.

Chima Alinno e Brian Minthe: cade l’accusa di omicidio per Desirée Mariottini

Per i due, che restano comunque in carcere, cade anche l’accusa di violenza sessuale di gruppo, derubricata in abuso sessuale su minore mentre resta quella per spaccio. Domani intanto è fissata l’udienza del Riesame per Mamadou Gara, il terzo africano arrestato a Roma: a questo punto anche per lui potrebbe cadere l’accusa di omicidio.

desirée mariottini gara mamadou brian minthen chima alinno 2
Gara Mamadou, Brian Minthen, Chima Alinno: i tre arrestati per l’omicidio di Desirée Mariottini (foto da: Corriere della Sera)

L’avvocata Pina Tenga, difensore di Alinno Chima, ha detto: “Sono contenta per il mio assistito. Alla sua innocenza, anche alla luce delle indagini svolte, ho sempre creduto. Mi dispiace perché le indagini condotte in tal modo rischiano di non rendere giustizia a quella povera ragazza”. Il tribunale del Riesame nell’ordinamento italiano sottopone a riesame di legittimità e di merito le restrizioni delle libertà personali. Il reato di abuso sessuale intende il coinvolgimento in attività sessuali, fisiche o psicologiche, di una persona non in grado di scegliere perché costretta o non consapevole delle proprie azioni. Intanto i pm ribadiscono il loro impianto accusatorio sottolineando che gli elementi raccolti fino ad oggi portano a ribadire l’impianto accusatorio e cioè che Desiree è stata uccisa e ha subito una violenza sessuale di gruppo.

Leggi sull’argomento: Baobab, lo sgombero del presidio di piazzale Maslax