Attualità

Bollettino Coronavirus Italia: i dati della Protezione Civile per oggi 30 ottobre

L’andamento giornaliero dell’epidemia di Coronavirus in Italia oggi con il bollettino di oggi del Ministero della Salute e i dati della Protezione Civile dopo i  26.831 casi e 217 decessi di ieri: 31.084 casi e 199 decessi

bollettino coronavirus protezione civile italia oggi 30 ottobre

L’andamento giornaliero dell’epidemia di Coronavirus in Italia oggi con il bollettino di oggi del Ministero della Salute e i dati della Protezione Civile dopo i  26.831 casi e 217 decessi di ieri: 31.084 casi e 199 decessi.  215.085 i tamponi effettuati, salgono di 95 i pazienti in terapia intensiva e di 1030 i ricoveri. Il tasso di positività è del 14,5% in salita rispetto a ieri dell’1,1%

Bollettino Coronavirus Italia: i dati della Protezione Civile per oggi 30 ottobre

La suddivisione dei casi regione per regione: un altro balzo record  in Veneto; per la prima volta sono stati superati i 3.000 casi di positività in un giorno, per l’esattezza 3.012. Il numero totale di infetti dall’inizio dell’epidemia sale a 54.256. Si contano anche 17 vittime, per un dato complessivo di 2.388 morti. I numeri più preoccupanti arrivano però dalle terapie intensive, dove ora vi sono 122 malati, 20 più di ieri, mentre il dato dei ricoveri nei reparti non critici, 877 (+18) è meno marcato. – Del totale di 877 ricoverati in area non critica i negativizzati sono 100, mentre sono solo 5 tra i 122 malati in intensiva. I soggetti in isolamento domiciliare salgono a 17.597 (+679), dei quali 7.997 positivi. Dall’inizio dell’emergenza le persone che hanno contratto il SarsCov 2 e si sono poi negativizzate sono 25.321. I positivi attuali nella regione sono 26.547. Pesante anche nell’ultima giornata il bilancio dei positivi nelle Marche: sono 524 quelli riscontrati sulla base di 1.968 (26,6%) dopo il nuovo picco del giorno precedente (686 su 2.372; 28,9%). Lo comunica il Servizio sanità della Regione: in 24 ore testati 3.565 tamponi tra cui 1.597 nel percorso guariti. Ancona è ancora la provincia con il maggior numero di casi (220), seguita da Macerata (117), Ascoli Piceno (62), Fermo (49), Pesaro-Urbino (44); 32 arrivano da fuori regione. I controlli scaturiscono da soggetti sintomatici (71), da contatti in setting domestico (99), contatti stretti di casi positivi (134), in setting lavorativo (12), in ambienti di vita/divertimento (34), in setting assistenziale (6), in setting scolastico/formativo (15) e da screening percorso sanitario (10). Per altri 143 casi sono in corso le indagini epidemiologiche. Fanno registrare una nuova impennata i nuovi casi giornalieri di Covid in Umbria nell’ultimo giorno, 729 contro i 694 di ieri, 9.696 totali, a fronte dei quali però corrisponde un aumento minino (non accadeva da settimane) dei ricoverati in ospedale, passati da 301 a 302 e da 41 a 42 in intensiva. Emerge dai dati aggiornati della Regione. Ci sono però altri due morti, 121, e 132 guariti, 3.404, con gli attualmente positivi passati da 5.576 a 6.171. Analizzati nell’ultimo giorno 3.487 tamponi, 294.451 dall’inizio della pandemia.  Dati allarmanti in Alto Adige dove domani scatteranno le nuove misure anti-contagio con il coprifuoco che scattera’ alle ore 22 e terminera’ alle 5 del mattino. Boom di casi nelle ultime 24 ore per un nuovo record giornaliero dall’inizio della pandemia. Le nuove positivita’ sono 350 su 2.528 tamponi esaminati nei laboratori dell’azienda sanitaria. In totale le persone testate positive al coronavirus dall’inizio dell’emergenza sono 7.835. Rispetto a ieri ci sono 2 decessi in piu’ per un dato complessivo di 308. Forte incremento dei ricoveri che da 203 sono passati a 251. I pazienti covid che si trovano nei normali reparti ospedalieri sono 163, 70 sono quelli ricoverati nelle strutture private convenzionate e 18 (3 in piu’ rispetto a ieri) quelli che necessitano della terapia intensiva. In Alto Adige i posti letto disponibili per i pazienti covid sono 500 e 200 sono riservati ai pazienti che necessitano della terapia intensiva. Da uno studio effettuato e’ emerso che il 20% degli altoatesini espelle Sars-CoV-2 nelle acque reflue. Le persone che attualmente si trovano in isolamento domiciliare sono 8.017. Le persone guarite sono 2.966. Con i 428 contagi di oggi, risultati dai 3.303 tamponi effettuati, l’Abruzzo supera quota 10mila casi di Covid-19 registrati da inizio emergenza, raggiungendo quota 10.102. I dati sono stati diffusi dall’assessorato alla Sanita’ nel bollettino quotidiano sull’evolversi della curva epidemiologica che conta anche due nuovi decessi (un 71enne della provincia di Teramo e una 83enne della provincia de L’Aquila): il totale sale dunque a 542 vittime. Riguardo ai contagi di oggi, 183 si riferiscono a tracciamenti di focolai gia’ noti e riguardano persone di eta’ tra 1 anno e 96 anni. Tra i 428 complessivi, sono 70 (-5 rispetto a ieri) quelli che hanno meno di 19 anni: 30 in provincia dell’Aquila, 4 in provincia di Pescara, 9 in provincia di Chieti e 27 in provincia di Teramo. Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 5.796 (+352 rispetto a ieri). Sul fronte ricoveri in terapia intensiva si conta un ricovero in piu’ (27 il totale); in ospedale sono ricoverate 355 persone (+24); in isolamento domiciliare si trovano 5.414 pazienti (+327). Sul fronte guarigioni/dimissioni oggi se ne contano 74 per un totale, da inizio emergenza, di 3.764. Del totale dei casi positivi, 2811 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+189 rispetto a ieri), 1882 in provincia di Chieti (+66), 2.703 in provincia di Pescara (+38), 2.486 in provincia di Teramo (+104), 68 fuori regione (+7) e 152 (+24) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. Sette decessi e 298 nuovi contagi in 24 ore. Questi i numeri dell’emergenza coronavirus in Sardegna, nell’ultimo aggiornamento dell’Unita’ di crisi regionale. Le vittime sono due uomini di 73 e 83 anni residenti nel nord Sardegna, un uomo e una donna di 63 e 82 anni della Citta’ Metropolitana di Cagliari, un uomo e una donna di 92 e 85 anni residenti nel Sud Sardegna e una donna di 82 anni della provincia di Oristano. Dall’inizio dell’emergenza, sono 9.106 i casi di positivita’ al covid complessivamente accertati nell’isola, 214 i decessi totali legati al virus. Finora sono stati eseguiti 264.292 tamponi con un incremento di 3.198 test. Sono invece 323 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (uno in piu’ rispetto al dato di ieri), mentre e’ di 40 (+1) il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 5.458. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 3.031 (+32) pazienti guariti, piu’ altri 40 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 9.106 casi positivi complessivamente accertati, 1.796 (+51) sono stati rilevati nella Citta’ Metropolitana di Cagliari, 1.466 (+50) nel Sud Sardegna, 776 (+44) a Oristano, 1.208 (+61) a Nuoro, 3.860 (+92) a Sassari.  Aumentano ancora i contagi in Emilia-Romagna. Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in regione si sono registrati 53.797 casi di positività, quindi 1.763 in più rispetto a ieri, su un totale di 17.577 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è oggi del 10%. Dei nuovi contagiati, sono 929 gli asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Purtroppo, si registrano 11 nuovi decessi: 3 in provincia di Rimini (1 donna di 83 anni e 2 uomini di 78 e 84) e di Parma (1 donna di 85 e due uomini di 80 e 81), 1 a testa in quelle di Piacenza (uomo di 77 anni), Reggio Emilia (uomo di 99), Modena (uomo di 88), Bologna (uomo di 88 anni di Imola) e Ferrara (donna di 95 anni).  Sono 3186 i positivi in Campania nelle ultime 24 ore, dei quali 3016 asintomatici, su 18.656 tamponi esaminati; un dato pressoché uguale a ieri quando i positivi erano 3.103 su 17.735 esaminati. Aumentano i decessi, 15 in due giorni. 525, invece, le persone guarite. Questo, invece, il report posti letto su base regionale: Posti letto di Terapia intensiva complessivi: 580; Posti letto Covid: Posti letto di terapia intensiva attivabili: 227;; Posti letto di terapia intensiva occupati: 161; Posti letto di degenza attivabili: 1.500; Posti letto di degenza occupati: 1.385.