Attualità

Bollettino Coronavirus Italia: i dati dei contagi di oggi 24 novembre

La situazione dell’epidemia di  Coronavirus in Italia oggi con il bollettino del Ministero della Salute e i dati della Protezione Civile dopo i 22.930 contagi e 630 decessi di ieri: 23.232 contagiati e 853 morti

coronavirus italia bollettino protezione civile contagi dati oggi 24 novembre 1

La situazione dell’epidemia di  Coronavirus in Italia oggi con il bollettino del Ministero della Salute e i dati della Protezione Civile dopo i 22.930 contagi e 630 decessi di ieri: 23.232 contagiati e 853 morti. Sono stati effettuati 188.659 tamponi. Scende in ,maniera significativa il tasso di positività: oggi è del 12,3%, meno 3,1% rispetto a ieri. I pazienti in terapia intensiva sono 3816, in aumento di 6. I ricoverati scendono per la prima volta da tempo di 120, per un totale di 34577

Bollettino Coronavirus Italia: i dati dei contagi di oggi 24 novembre

La suddivisione dei contagi di oggi regione per regione: in Lombardia 4.886 casi e 186 decessi; nel Lazio 2.509 casi positivi e 62 decessi; nelle Marche rilevati 351 nuovi  positivi di cui 92 rilevati in provincia di Macerata dove i casi salgono a 6.041, 87 ad Ancona (8.096), 83 a Pesaro-Urbino (5.455), 13 a Fermo (3.136), 53 ad Ascoli Piceno (3.537) e 23 da fuori regione (841). Il rapporto positivi/tamponi è del 28,8% mentre ieri era del 25,4% (161 casi con 633 test) ed, il giorno prima, del 29,5% (529 casi su 1.793 test).  In Molise 72 nuovi contagi e un decesso. In Veneto oggi  2.194 nuovi positivi  rispetto a ieri, 127.416 in totale dall’inizio dell’emergenza ad oggi. Ricoverate in ospedale 2.452 persone, +57 rispetto a ieri, mentre in terapia intensiva risultano ad oggi 320 persone, +14, per un totale di quasi 2800 letti occupati. Sono 95 i decessi registrati  da ieri per un totale di 3.353 dal 21 febbraio ad oggi. In Toscana  rispetto a ieri si registrano 962 i positivi in più, pari a una crescita dell’1% rispetto al totale del giorno precedente. I nuovi casi registrati giornalmente sono sotto quota mille per la prima volta dal 21 ottobre scorso: l’età media è di 49 anni circa. I guariti crescono del 6,4% e raggiungono quota 43.973. I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.480.155, 11.813 in più rispetto a ieri, di cui l’8,1% positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 50.706, -3,3% rispetto a ieri. I ricoverati sono 2.067, 61 in meno rispetto a ieri: di questi 296 sono in terapia intensiva (stabili). Purtroppo oggi si contano altri 47 decessi: 26 uomini e 21 donne con un’età media di 83,4 anni. Il totale di pazienti morti da inizio pandemia è di 2.311.

coronavirus italia bollettino protezione civile contagi dati oggi 24 novembre

In Alto Adige registrati altri 160 nuovi casi positivi e  altri 16 decessi, cifra che porta a 490 il totale dei morti dall’inizio dell’emergenza sanitaria.  I pazienti Covid-19 ricoverati nei normali reparti ospedalieri sono 315 ( 18 in meno rispetto ad ieri) e. nelle strutture private convenzionate, 133 (7 in meno). Altri 44 pazienti (6 in più) sono ricoverati in terapia intensiva. I pazienti in isolamento nelle strutture di Colle Isarco e Sarnes sono 86 (uno in più). Oggi in Puglia, sono stati effettuati 9.770 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.567 casi positivi: 537 in provincia di Bari, 162 in provincia di Brindisi, 199 nella provincia Bat, 407 in provincia di Foggia, 109 in provincia di Lecce, 142 in provincia di Taranto, 7 residenti fuori regione, 4 casi di provincia di residenza non nota. Sono stati registrati 52 decessi: 13 in provincia di Bari, 3 in provincia di Brindisi, 2 in provincia Bat, 21 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Lecce. Scendono per il secondo giorno consecutivo gli attualmente positivi al Covid in Umbria, oggi 10.197, 286 meno di ieri (mentre domenica erano più di 11 mila e 500) secondo i dati aggiornati della Regione. I nuovi casi accertati sono stati 218, 22.092 dall’inizio della pandemia, e 494 guariti, 11.548, scaturiti da 4.653 tamponi, 395.479. Il tasso di positività particolarmente basso, il 4,68 per cento. L’Umbria registra però anche altri dieci morti, 347. In miglioramento i dati degli ospedali. I ricoverati sono infatti 442, nove meno di ieri, 72 dei quali (meno sei) in terapia intensiva. In Friuli Venezia Giulia 554 nuovi contagi (il 9,45 per cento dei 5.864 tamponi eseguiti) e 26 decessi. Le persone risultate positive al virus in regione dall’inizio della pandemia ammontano in tutto a 25.589, di cui: 6.387 a Trieste, 10.951 a Udine, 4.863 a Pordenone e 3.063 a Gorizia, alle quali si aggiungono 325 persone da fuori regione. I casi attuali di infezione sono 13.615. Scendono a 54 i pazienti in cura in terapia intensiva e a 561 i ricoverati in altri reparti. In Valle d’Aosta 2 nuovi decessi che portano il totale complessivo a 292 e 1767 casi positivi attuali, -82 rispetto a ieri, di cui 143 ricoverati in ospedale, 14 in terapia intensiva, e 1610 in isolamento domiciliare. In Basilicata 268 nuovi casi positivi e 16 decessi dal 21 al 24 novembre. Sono 179 le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane: a Potenza 11 pazienti in Terapia intensiva, 8 a Matera. Nella stessa giornata sono guarite 26 persone.  In Abruzzo si registrano oggi 536 nuovi contagi e 19 nuovi decessi, tre dei quali riferiti a decessi avvenuti nei giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl; dopo settimane in cui L’Aquila e Teramo sono risultate le province piu’ colpite, un aumento si registra anche su Chieti e Pescara. Del totale dei casi positivi, infatti, 8123 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+129 rispetto a ieri), 4777 in provincia di Chieti (+139), 4911 in provincia di Pescara (+121), 6628 in provincia di Teramo (+154), 226 fuori regione (+3) e 157 (-12) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. Per quanto riguarda i ricoveri la situazione si conferma stabile: invariato il numero dei pazienti in terapia intensiva (71) e per la prima volta da giorni anche quella dei ricoveri in ospedale fermi a 627. In Emilia-Romagna, 243 in terapia intensiva (-5 rispetto a ieri), 2.723 negli altri reparti Covid (-15). E’ invece superiore ai giorni scorsi il numero di morti: 55, tra i 65 e i 100 anni, con un minorenne in provincia di Modena con “importanti pluripatologie associate”, spiega la Regione nel bollettino quotidiano. Sono poi 2.501 i nuovi casi, scoperti con 19.602 tamponi in 24 ore (oltre due milioni dall’inizio della pandemia), di cui 1.114 sono asintomatici, 380 già in isolamento, 592 individuati in focolai già noti. L’età media è 45,3 anni. Per la prima volta da fine settembre, evidenzia la Regione, il dato sui contagi rilevati ogni cinque giorni mostra una flessione, con 11.998 nuovi casi dal 17 al 21 novembre rispetto ai 12.783 dal 12 al 16 novembre. Oggi i casi attivi sono 71.344 (+1.967), di cui 68.378 (+1.987) in isolamento a casa, il 95,8% del totale dei casi attivi. Le persone complessivamente guarite salgono a 33.788 (+479), mentre le province con più nuovi contagi sono Modena con 547 e Reggio Emilia con 360, a seguire Bologna (273), Piacenza (263).  Sono 290 i nuovi casi di positivita’ al Covid-19 accertati in Sardegna nelle ultime 24 ore. Lo si evince dall’ultimo aggiornamento dell’Unita’ di crisi regionale: 151 casi sono stati rilevati attraverso attivita’ di screening e 139 da sospetto diagnostico. Nell’Isola si registrano anche 12 decessi (407 in tutto): 5 residenti nella provincia del Sud Sardegna, 4 nella provincia di Sassari e 3 nella Citta’ Metropolitana di Cagliari. Salgono cosi’ a 19.288 i casi di positivita’ al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. In totale sono stati eseguiti 352.678 tamponi con un incremento di 2.458 test. Sono invece 527 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+15 rispetto al dato di ieri), mentre e’ di 73 (+1) il numero dei pazienti in terapia intensiva

 

Leggi anche: Liguria, Umbria Basilicata e provincia di Bolzano: le zone arancioni e rosse fino al 3 dicembre