Attualità

Bollettino 18 febbraio: i dati della Protezione Civile sul Coronavirus in Italia

Il bollettino del 18 febbraio dopo i 12.074 casi e  369 decessi di ieri: la situazione aggiornata dei contagi di  Coronavirus in Italia oggi con il bollettino di oggi del Ministero della Salute e i dati della Protezione Civile: 13.762 casi e 347 decessi

bollettino 18 febbraio protezione civile coronavirus italia

Il bollettino del 18 febbraio dopo i 12.074 casi e  369 decessi di ieri: la situazione aggiornata dei contagi di  Coronavirus in Italia oggi con il bollettino di oggi del Ministero della Salute e i dati della Protezione Civile: 13.762 casi e 347 decessi. I guariti sono 17.771. Oggi il tasso di positività è del 4,8%, in rialzo rispetto a ieri dello 0,7% e i tamponi effettuati sono 288.458. Salgono di 2 i pazienti in terapia intensiva mentre i ricoveri scendono di 311. Infine ad oggi le persone vaccinate in Italia sono 3.235.140.

Bollettino 18 febbraio: i dati della Protezione Civile sul Coronavirus in Italia

La suddivisione dei nuovi positivi delle ultime 24 nelle regioni: nelle Marche nelle ultime 24 ore sono stati testati 7399 tamponi. I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 532 (109 in provincia di Macerata, 264 in provincia di Ancona, 82 in provincia di Pesaro-Urbino, 37 in provincia di Fermo, 11 in provincia di Ascoli Piceno e 29 fuori regione). Questi casi comprendono soggetti sintomatici (63 casi rilevati), contatti in setting domestico (98 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (196 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (26 casi rilevati), contatti in ambienti di vita/socialità (4 casi rilevati), contatti in setting assistenziale (6 casi rilevati), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (39 casi rilevati), screening percorso sanitario (3 casi rilevati). Per altri 97 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Nel Percorso Screening Antigenico sono stati effettuati 2665 test e sono stati riscontrati 108 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 4%. In Molise 79 nuovi casi e 3 decessi.

bollettino 18 febbraio protezione civile coronavirus italia 1

In Toscana 956 i positivi in più rispetto a ieri (918 confermati con tampone molecolare e 38 da test rapido antigenico). I guariti crescono dello 0,4% e raggiungono quota 128.676 (88,1% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 12.902 tamponi molecolari e 8.125 tamponi antigenici rapidi, di questi il 4,5% è risultato positivo. Sono invece 11.286 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui l’8,5% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 12.803, +3,3% rispetto a ieri. Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 861 (25 in più rispetto a ieri, più 3%), 144 in terapia intensiva (7 in più rispetto a ieri, più 5,1%). Oggi si registrano 11 nuovi decessi: 10 uomini e una donna con un’età media di 77 anni. In Basilicata su 1.262 tamponi molecolari 113 nuovi contagi. Le persone attualmente positive sono 3.253, di cui 3.174 in isolamento domiciliare. Sono 10.541 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 347 quelle decedute. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 79: a Potenza 29 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 21 in Pneumologia, 8 in Medicina d’urgenza e 4 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 9 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 6 in Pneumologia e 2 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’. In Veneto 1.042 contagi in più rispetto a ieri, per un totale di 323.888 positivi dall’inizio dell’emergenza. Si registrano 30 decessi in più rispetto a ieri, L’incidenza dei positivi sui tamponi – ha detto il presidente Luca Zaia – è del 3,13%. Nei reparti non critici degli ospedali sono ricoverate 1.290 persone (-46), nelle terapie intensive 135 (+1). In Alto Adige 378 nuovi casi e 5 decessi nelle ultime 24 ore. I ricoveri sono 253, nelle cliniche private si trovano 163 pazienti e in terapia intensiva 42: altri 4 sono ricoverati in Austria, sempre in terapia intensiva. In Abruzzo 482 nuovi casi. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 11 nuovi casi e sale a 1599. Del totale odierno, 3 casi sono riferiti a decessi avvenuti nei giorni e comunicati solo oggi dalle Asl. Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 695402 tamponi molecolari (+4758 rispetto a ieri) e 187309 test antigenici (+5136 rispetto a ieri). Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 4.9 per cento. 552 pazienti (+1 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 70 (+7 rispetto a ieri con 10 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 11686 (+93 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. In Umbria 319 positivi in più rispetto a ieri e 15 decessi. In Puglia oggi si registrano 844 nuovi casi e 37 decessi. Netto rialzo dei contagi oggi in Emilia Romagna che ne segnala 1565 rispetto ai 1025 di ieri. Ci sono anche 27 nuove vittime. In Sardegna i nuovi casi oggi sono 100 con 8 decessi nelle ultime 24 ore. In Piemonte 501 positivi in più nelle ultime 24 ore su 14438 tamponi. Situazione stabile rispetto a ieri in Campania con 1573 nuovi positivi e 29 decessi. In Calabria 2 decessi e 166 nuovi contagi. In Friuli Venezia Giulia su 5.466 tamponi molecolari sono stati rilevati 197 nuovi contagi con una percentuale di positività del 3,6%. Sono inoltre 2.419 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 65 casi (2,68%). I decessi registrati sono 11; i ricoveri nelle terapie intensive scendono a 58 così come si riducono quelli in altri reparti (361). I decessi complessivamente ammontano a 2.733, con la seguente suddivisione territoriale: 615 a Trieste, 1.362 a Udine, 580 a Pordenone e 176 a Gorizia. I totalmente guariti sono 59.052 e i clinicamente guariti 1.848, mentre calano le persone in isolamento, che oggi risultano essere 8.991. Nel Lazio 1025 diagnosi positive e 41 decessi. In Val d’Aosta i nuovi casi nelle ultime 24 ore sono 11 con nessuna nuova vittima registrata: la regione potrebbe essere la prima domani ad entrare nella zona bianca.