Attualità

Pomigliano d’Arco: la contestazione a Mario Adinolfi

Su Twitter parla di “fascisti organizzati” che gli hanno impedito di parlare. Un video mostra Adinolfi che fa il gesto della vittoria nei confronti dei contestatori, e un momento in cui lui cerca di andare proprio verso chi gli grida “Vergogna” ma viene trattenuto dalla polizia

Ieri a Pomigliano d’Arco si è svolta una presentazione del libro di Mario Adinolfi con annessa contestazione. Il Mattino racconta oggi che una parte degli improperi dei ragazzi antagonisti è stata riservata anche al sindaco di Pomigliano, Raffaele Russo, che intorno alle 20 ha voluto ospitare Adinolfi nei saloni municipali della ex Distilleria. I giovani antagonisti hanno anche lanciato contro Adinolfi e Russo centinaia di preservativi. Lui su Twitter ha invece parlato di “fascisti organizzati da CGIL, dal PD, da Arcigay e da Potere al Popolo” – tacendo, per ora, il ruolo della Spectre in tutto ciò – che hanno cercato di impedire il suo accesso alla sala.

mario adinolfi pomigliano d'arco

Un video pubblicato su Twitter dall’utente @MoehEsse e della durata di circa due minuti mostra Adinolfi che fa il gesto della vittoria nei confronti dei contestatori, e un momento in cui lui cerca di andare proprio verso chi gli grida “Vergogna” ma viene trattenuto dalla polizia.

Video da: Twitter

Leggi anche: Il video di Gasperini che litiga con il tifoso del Napoli e dell’insulto “Terrone”