Attualità

Acilia, la bimba allontanata dall'asilo per i vaccini

scuole vaccini antivax

Ad Acilia una scuola dell’infanzia parificata nel X Municipio venerdì scorso ha allontanato una bambina che non era in regola, secondo i responsabili della struttura, con il decreto sui vaccini obbligatori. I genitori hanno chiamato i carabinieri, racconta oggi Repubblica Roma:

I militari hanno quindi aperto un fascicolo di indagine per accertare quanto avvenuto mentre Alessandro, il papà della bambina, è deciso ad andare fino in fondo: «Sono sconvolto — racconta — venerdì poco dopo aver accompagnato mia figlia a scuola, una delle insegnanti ci ha invitati a uscire dall’aula perché i documenti non erano in regola. Poi non ci hanno più fatto sapere nulla. Mia figlia — prosegue — doveva sottoporsi a una visita lunedì e, su consiglio del medico, non sarebbe andata a scuola neanche oggi. Ma ora non so cosa fare domani anche perché non sono riuscito ad avere un incontro con la dirigente. Eppure — spiega — come previsto dalla legge ho inviato una Pec con la documentazione necessaria per l’autocertificazione e fino al 10 settembre infatti risultava regolarmente iscritta».

vaccini
Il calendario vaccinale (Corriere della Sera, 5 settembre 2017)

Una delle insegnanti ha poi chiarito che il problema per l’ammissione della piccola era proprio in merito alle vaccinazioni: l’istituto acconsente all’ammissione solo dei vaccinati e non risultava avere tutte quelle richieste. Ma proprio in questo caso — attraverso l’autocertificazione — i genitori possono dichiarare di non essere in regola al momento dell’iscrizione impegnandosi però a far vaccinare il figlio entro il 10 marzo. Una prassi dunque prevista: «Non capisco come mai — conclude — se la legge lo prevede, mia figlia sia stata allontanata dalla sua scuola per l’autocertificazione. È una vergogna che la scuola non ci abbia avvisati di quanto stava accadendo».

In partenza non si comprende il motivo della decisione della scuola, anche se un indizio c’è: quello della mancanza di alcune richieste per la vaccinazione, che potrebbe essere legato a qualche scelta “originale” dei genitori che ha provocato l’allontanamento dall’istituto. Oppure si tratta di un errore: ma questo solo le indagini ce lo diranno.

Leggi sull’argomento: La manifestazione degli antivax a Venezia