Attualità

Variante Covid: quanti sono i contagiati in Italia?

Quanti sono i casi positivi alla variante COVID inglese in Italia? Oltre alla coppia di Roma ci sarebbero almeno altri due casi sospetti. Ma il numero potrebbe crescere presto. Lo screening sui passeggeri dei voli dal Regno Unito atterrati nel nostro paese è appena iniziato

variante covid quanti casi in italia

Quanti sono i casi positivi alla variante COVID inglese in Italia? Oltre alla coppia di Roma ci sarebbero almeno altri due casi sospetti. Ma il numero potrebbe crescere presto. Lo screening sui passeggeri dei voli dal Regno Unito atterrati nel nostro paese è appena iniziato.

Variante Covid: quanti sono i contagiati in Italia?

I casi di persone contagiate dalla variante COVID inglese potrebbero essere già 3. Il passeggero sbarcato a Fiumicino come era stato annunciato ieri, sua moglie, e un medico risultato positivo al test del tampone che si trovava su un altro volo. Allo Spallanzani in queste ore, spiega il Messaggero, si stanno eseguendo gli esami per stabilire se l’uomo è stato colpito dal “virus inglese”:

Intorno alle 20 di ieri sera il ministero della Salute ha fatto sapere che il virus mutato è stato individuato dall’ospedale militare del Celio, in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità, durante il controllo di una persona sbarcata nei giorni scorsi (quindi non ieri) a Fiumicino da un volo proveniente dal Regno Unito. In realtà i positivi al nuovo tipo di Covid-19 sono due: l’uomo proveniente da Londra ha infatti contagiato sua moglie. I coniugi e i loro familiari sono in isolamento – ha assicurato il ministero – e stanno seguendo tutte le procedure previste per la limitazione del contagio. Ma forse i positivi potrebbero essere tre perché nel pomeriggio è risultato contagiato un passeggero sbarcato da uno dei due voli atterrati a Fiumicino, che erano partiti dall’Inghilterra prima della sospensione ordinata dal nostro governo. Si tratta di un medico italiano subito isolato, l’unico positivo fra i 218 passeggeri controllati uno a uno dopo l’atterraggio. Il suo tampone è già presso lo Spallanzani per capire quale tipo di Covid-19 lo abbia colpito. A Fiumicino sono stati controllati poi anche altre 120 persone atterrate con un volo arrivato in tarda serata. Ma in nottata non erano stati forniti altri dettagli.

variante covid test tampone

In realtà, c’è anche un altro caso sospetto, oltre a quello ora in esame allo Spallanzani: si tratta di una ragazza di Bari arrivata da Londra, il cui tampone verrà esaminato, spiega Repubblica, dall’istituto Zooprofilattico di Foggia per capire se è stata contagiata dalla variante inglese:

Un altro allarme è arrivato ieri pomeriggio da Bari, dove è stata certificata una positività che ha allarmato gli infettivologi. Per comprendere di cosa si tratta, bisogna tornare indietro di 48 ore. A giovedì, quando all’aeroporto Karol Wojtyla di Bari è atterrato un aereo Ryanair da Londra. Il volo, era zeppo. Al passaggio al termoscanner, si è visto che una ragazza di 25 anni della provincia di Bari aveva la febbre. Gli operatori dell’Usmaf — l’Ufficio sanitario marittimo e aereo di frontiera — hanno chiesto spiegazioni e hanno capito il problema: la ragazza era nervosissima, voleva andarsene e quando è stata costretta a rispondere alle domande che le venivano poste ha ammesso che aveva avuto dei sintomi “para-influenzali” già in Inghilterra, che si era sottoposta a un tampone e che era partita prima di averne l’esito. La spiegazione non ha convinto il Dipartimento di prevenzione che ha avviato accertamenti ordinando l’isolamento della ragazza, che si trova comunque in buone condizioni. Ieri pomeriggio il sospetto è stato confermato: positiva al Coronavirus. Nelle prossime ore il tampone verrà inviato all’istituto Zooprofilattico di Foggia per valutare se si tratta della “versione inglese”.