Attualità

Travaglio sfotte Gallera che sta per perdere la poltrona

Ormai è praticamente certo che presto Giulio Gallera lascerà la sua poltrona di assessore regionale al Welfare in Lombardia. Oggi Travaglio si esercita in una finta difesa delle sue epiche gesta

zaia mascherine grafica veneta coronavirus covid 19 - 8

Ormai è praticamente certo che presto Giulio Gallera lascerà la sua poltrona di assessore regionale al Welfare in Lombardia. Oggi Travaglio si esercita in una finta difesa delle sue epiche gesta:

 

S iccome corre voce che la Lega voglia privarci di Giulio Gallera, lo diciamo chiaro e forte: non ci provate. In tempi così cupi, manca solo che ci venga a mancare la nostra prima fonte di buonumore. E perché, poi? Perché –dicono i leghisti – “le sue dichiarazioni non sono state condivise e non rappresentano il pensiero del governo della Lombard i a”. Ma scherziamo? Avete mai visto un comico che concorda battute, gag e sketch con un partito? Non contenti di avergli chiuso i teatri, ora vorrebbero pure imbrigliare la sua creatività artistica. E poi come sarebbe che le sue dichiarazioni non rappresentano il pensiero della giunta? E chi lo decide, il pensiero: Fontana dalle Bahamas o da un caveau svizzero? Gallera è il miglior rappresentante del pensiero (si fa per dire) del governo (si fa sempre per dire) lombardo. E non si vede cos’abbia detto di strano rispetto ai suoi standard. Ha solo raccontato alla Stampa che “abbiamo medici e infermieri con 50 giorni di ferie arretrate. Non li faccio rientrare per un vaccino nei giorni di festa”e ovviamente non è vero. Ma perché: le cazzate che han detto lui e Fontana nell’ul ti mo anno erano forse vere e concordate con la Lega? Poi ha rivelato che “abbiamo preparato un’agen da” e lì ha scoperto che “il 31 era l’ul -timo giorno dell’a n n o”. Fatto vero, fra l’altro, anche se l’ha notato solo lui: infatti altre Regioni hanno seguitato a vaccinare pure il 31, decuplicando le dosi iniettate dal famoso modello Lombardia