Attualità

Scuola fino al 30 giugno? Il progetto di Patrizio Bianchi

Il calendario scolastico potrebbe allungarsi fino alla fine di giugno. E il ritorno a scuola essere anticipato di una settimana al 6 settembre

scuola fino al 30 giugno

Scuola fino al 30 giugno? Draghi aveva anticipato nel suo discorso la necessità di recuperare le ore scolastiche effettuate con la didattica a distanza, ora il nuovo ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi dovrà concretizzare il piano. E secondo Repubblica starebbe già lavorando, contattando gli assessori all’Istruzione delle
venti regioni italiane, per trovare un accordo sul nuovo calendario scolastico. Che prevederebbe oltre al prolungamento delle lezioni anche il ritorno in classe per il 6 settembre:

Oggi il calendario, nella potestà delle Regioni, prevede un termine delle lezioni tra il 5 e il 16 giugno prossimi. Il ministro vorrebbe accompagnare le amministrazioni a un prolungamento collettivo dell’anno verso mercoledì 30, «per recuperare il tempo perso», come dice in chiaro il premier Mario Draghi. Le scuole dell’infanzia già si chiudono alla fine di giugno. Serve uno sforzo per elementari e medie — costrette alla distanza da marzo a giugno 2020 — e soprattutto per le superiori, oggi in presenza al 50 per cento (eccetto Alto Adige e Abruzzo), ma con lunghi periodi di scuola a distanza per il primo quadrimestre appena concluso. I dirigenti scolastici, pur stremati dall’anno iniziato in piena estate, non sono sfavorevoli al progetto, la classe docente e gli studenti sono fortemente contrari.

Per quanto riguarda l’esame di maturità è confermata la data del 16 giugno. Senza scritti e con una prova orale basata su una “tesina” interdisciplinare scelta con il coordinatore. Bisognerà superare gli scrutinii per essere ammessi.