Attualità

“Quando arriva a casa picchia la Gregoraci”: il pessimo esempio di Signorini e della tv – VIDEO

Alfonso Signorini cita un proverbio cinese sessista e violento. poi dice che “non si può più dire niente”. Ma che razza dimodello culturale arriva a chi ascolta? In questi giorni tre donne sono morte per mano di uomini che erano loro partner o lo sono stati

quando arriva a casa picchia la gregoraci video signorini gfvip

Parafrasando un proverbio cinese ieri Alfonso Signorini, in diretta tv a Canale 5 durante la trasmissione Grande Fratello Vip, ha pronunciato una frase che recita: “Quando arriva a casa picchia la Gregoraci, tu non sai perché ma lei sì” (Detto proprio così). Il tutto di fronte a milioni di telespettatori. Qui a Nextquotidiano non guardiamo il Grande Fratello, e il contesto delle parole del suo conduttore interessa relativamente. Sicuramente voleva essere una battuta. Di certo non è riuscita bene. Il proverbio cinese di cui parla Signorini secondo la leggenda è attribuito a Confucio. Un po’ come le frasi pubblicate sui social firmate da Jim Morrison che invece hanno una fonte molto variegata e incerta non è affatto detto che sia vero, ma restituisce bene l’epoca a cui si riferisce. Confucio è vissuto intorno al 500 A.C. Insomma parliamo di un detto che risale a epoche fa, quando le donne non erano considerate altro che macchine per fare figli e non avevano diritti. Già solo per questo motivo in qualsiasi contesto le parole di Signorini non hanno nessun senso, anche se lui si è parato dietro il polically correct dicendo che “non si può più dire niente”:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Trash Italiano (@trash_italiano)

Purtroppo però quel proverbio non è solo sessista ma anche violento. E una cosa non è ancora cambiata in tutti questi secoli. Ancora oggi le donne sono vittime di violenza che sfocia spesso nell’omicidio. Tre casi in pochi giorni vengono subito alla mente: quello di Roberta Siragusa, la ragazzina di appena 17 anni trovata cadavere in burrone. Il corpo era parzialmente bruciato, la sua testa rasata. Della sua morte è accusato il fidanzatino, Pietro Morreale, che secondo la testimonianza di chi li conosceva le faceva scenate di gelosia e la minacciava. Teodora Casasanta è morta perché suo marito, Alexandro Riccio, non accettava il fatto che si volesse separare. Anche il loro figlioletto di appena 5 anni è stato ucciso. E ancora: solo poche ore fa una ragazza di 29 anni è stata accoltellata più volte a Lecce ed è morta. Il suo ex ha aggredito lei e il suo fidanzato mentre passeggiavano tranquillamente. L’unica sua colpa? Essere andata avanti, essersi rifatta una vita. Che esempio dà una televisione che fa passare una frase che dice di picchiare una donna? Chi la ascolta? Come si può lasciare perdere quando ogni giorno tante donne vengono picchiate veramente? Loro lo sanno il motivo, è vero. Ma non è una qualsiasi loro colpa. L’unico motivo è che stanno vicino a un uomo violento.