Attualità

Quali sono le nuove restrizioni nel DPCM di gennaio?

In arrivo un nuovo Dpcm in vigore dal 16 gennaio con nuove restrizioni a partire dalla conferma del divieto di spostamento anche tra le regioni in zona gialla

conte fiducia camera dpcm gennaio restrizioni

Dopo che il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato le nuove ordinanze che decretano che Calabria, Emilia Romagna, Lombardia, Sicilia e Veneto saranno in fascia arancione da domenica è in arrivo un nuovo Dpcm in vigore dal 16 gennaio con nuove restrizioni a partire dalla conferma del divieto di spostamento anche tra le regioni in zona gialla.

Quali sono le nuove restrizioni nel DPCM di gennaio?

Il governo inizierà a lavorare sulla bozza da lunedì, ma alcuni punti sono già definiti e Speranza li illustrerà alla Camera il 13. Verrà confermato il coprifuoco alle 22 e la zona gialla ‘rafforzata’, dunque con il divieto di spostamento tra le regioni. E’ invece ancora aperta la discussione se confermare o meno la possibilità di muoversi una sola volta al giorno in massimo due persone per andare a trovare parenti e amici, nell’ambito della regione se gialla, solo in ambito comunale se arancione o rossa. Per bar e ristoranti sarà confermata l’apertura nelle regioni gialle fino alle 18 mentre dovrebbero ancora rimanere chiuse palestre e piscine. L’ipotesi su questo fronte è di legare aperture e chiusure al sistema delle fasce, con la possibilità di consentire gli allenamenti nelle regioni gialle, ma prima dovrà esprimersi il Cts. Discorso a parte per la scuola: il Dpcm in vigore prevedeva il ritorno in presenza per i ragazzi delle superiori dal 7 ma già il governo aveva posticipato a lunedì 11 e diverse regioni hanno rinviato ulteriormente la scadenza, chi al 18 gennaio chi al 25 e chi al 1 febbraio. Non è affatto escluso, dunque, che l’esecutivo decida di intervenire nel nuovo Dpcm e posticipare il ritorno in classe almeno al 1 febbraio, per evitare che ogni regione vada in ordine sparso