Attualità

Peter Neumair e Laura Perselli: sono morti in momenti diversi?

In base all’ora dello spegnimento dei telefonini gli inquirenti immaginano uno scenario in cui Peter sarebbe morto prima delle 17.30. La madre di Benno, Laura, una volta tornata a casa avrebbe visto tutto. E a quel punto il figlio avrebbe deciso di eliminarla

Benno Peter Neumair e Laura Perselli

Mentre continuano le ricerche nell’Adige del corpo di Peter Neumair,in giornata è attesa la decisione del tribunale del riesame che si deve esprimere sulla richiesta della difesa di annullare l’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Benno Neumair, il figlio della coppia scomparsa, che si trova in carcere a Bolzano con l’accusa di omicidio volontario e occultamento di cadavere. Il Corriere oggi racconta che dalla ricostruzione degli inquirenti emergerebbe un nuovo dettaglio. Peter Neumair e Laura Perselli non sarebbero stati uccisi nello stesso momento:

Peter Neumair e Laura Perselli uccisi in tempi diversi. La ricostruzione degli inquirenti segue la logica ma, soprattutto, segue riscontri precisi. E cioè i telefonini del padre e della madre di Benno, spenti in orari diversi: circa alle 17.30 quello di lui e attorno alle 21.30 l’apparecchio della moglie. Non a pochi minuti l’uno dall’altro ma in un arco di tempo — quattro ore — che suggerisce non soltanto l’azione dell’assassino divisa in due parti distinte ma anche il fatto che chi ha ucciso ha avuto tempo per pensare a come liberarsi dei due corpi, come portarli fino all’auto, come costruirsi un alibi possibile e come cancellare eventuali tracce dalla scena del delitto. Lui, Benno, dalla sua cella del carcere di Bolzano ripete agli avvocati di essere innocente e davanti al giudice che ha convalidato il fermo (per duplice omicidio e occultamento di cadavere) ha scelto di non parlare. Ma qualunque sia la sua versione, se mai risponderà alle domande, dovrà tener conto di punti indiscutibili come gli orari delle attività telefoniche che risultano dai tabulati

Il telefono del padre di Benno Neumair era già spento alle 17.30, quando la moglie Laura non era ancora rientrata nella loro casa. Secondo le ipotesi investigative Peter a quell’ora era già morto. Laura Perselli è rientrata poco dopo, verso le 18.30. Probabilmente trovandosi di fronte a una scena che mai avrebbe immaginato. A quel punto, secondo lo scenario che gli inquirenti cercano di ricostruire, Benno avrebbe ucciso anche la madre diventata una testimone.