Attualità

Tutti quelli che sul «figlio di Nichi Vendola» non hanno capito nulla

figlio di vendola

Il tema del giorno è il figlio di Vendola. Il problema è che quel bambino, nato in California da una madre surrogata, non è figlio biologico del leader di SEL Nichi Vendola ma del suo partner. Quindi, in virtù della legge italiana che al momento non consente l’adozione del figlio biologico del compagno (la cosiddetta Stepchild Adoption) Tobia Antonio non è il figlio di Vendola ma di Eddy Testa. Ma questo non è l’unico errore di chi, per amore della polemica, si sta scagliando contro la famiglia Vendola. Perché quello che in molti sembrano non aver notato è che quella di Nichi Vendola e di Ed Testa è una famiglia che esiste dal 2004, molto più a lungo di tante altre famiglie naturali.

vendola figlio sondaggio libero - 1
Per iniziare: l’immancabile sondaggio di Libero

I comunisti non mangiano più i bambini, li comprano

La prima argomentazione contro Vendola è che siccome è ricco allora può permettersi di fare quello che vuole anche comprare un bambino. Perché è vero che se non hai molti soldi non puoi accedere alla maternità surrogata (volgarmente detta utero in affitto). Se non hai molti soldi non puoi nemmeno avere figli tramite la fecondazione eterologa (che in Italia è legale). Chi è un po’ meno ricco si può a volte permettere di avere figli da donne diverse, divorziare e pagare assegni per il mantenimento. Figli che cresceranno senza padre (o senza madre, dipende da chi avrà l’affidamento). Ma, incredibile a dirsi, se non si è ricchi non si possono fare molte cose. Certo, in un paese come il nostro forse la ricchezza è vista ancora come una colpa.

vendola figlio - 14 tobia antonio
La consueta sobrietà di Gasparri

E Gasparri non è da solo, anche un senatore del PD la pensa proprio come lui
vendola figlio - 15 tobia antonio
Anche i nonni hanno dei diritti!1

Ma usare dei soldi per mettere al mondo un figlio, che poi si spera sarà un bambino felice e un adulto come tanti altri non credo possa essere definito un crimine. Vendola però è doppiamente colpevole, perché è comunista, e quindi non si dovrebbe assolutamente permettere di comprare un essere umano!1
vendola figlio - 12
Ha fatto qualcosa contro la legge italiana? No. Perché la nascita del figlio del partner è avvenuta all’estero. Ha qualcosa a che fare con la Stepchild Adoption? No, perché in Italia si è scelto di non renderla possibile per legge per le Unioni Civili tra coppie dello stesso sesso. Per Matteo Salvini quello che è successo è disgustoso egoismo.
vendola figlio - 11
Per Mario Adinolfi il piccolo Tobia (questo il nome secondo i quotidiani) è nato orfano di madre. Commento dal quale si evince che tutti coloro che stati cresciuti senza una madre (o un padre) in realtà sono vittime di un crimine. Incredibile che a dare lezione di compostezza a tutte queste figure paterne ci si debba mettere Daniela Santanché che invita tutti a non insultare il bambino e a fargli gli auguri. Una nascita è pur sempre una nascita.

Perché non hanno adottato un bambino invece che comprarne uno?

Questi sono i migliori. Ci sono quelli che dicono che in fondo, con tanti orfani negli orfanotrofi (segnaliamo che dal 2001 sono stati aboliti e sostituiti dalle Case Famiglia) Vendola e il suo compagno non avrebbero potuto adottarne uno? Il punto è che le coppie omosessuali (ma anche i single) non possono in Italia adottare un figlio. Non stiamo parlando del problema relativo al riconoscimento del figlio biologico del partner ma dell’adozione del figlio di estranei. Non c’è una norma che lo consenta. Nemmeno il DDL Cirinnà prevedeva questa possibilità. Indovinate perché.

vendola figlio - 13 tobia antonio
Il NoLLeggiato Dj Aniceto

C’è in verità allo studio una modifica della legge sulle adozioni che potrebbe consentire alle “nuove famiglie” scaturite dalla legge sulle Unioni Civili la possibilità di accedere all’istituto dell’adozione. Il punto è che si tratta al momento di una mera ipotesi, un annuncio fatto da Scalfarotto all’indomani del dietrofront sulle Unioni Civili e adozione del figlio biologico del partner. Se ne parlerà – forse – tra un anno. E nel 2018 dovrebbe scadere il termine naturale di questa legislatura. vendola figlio adozioni legge - 1

Non si può crescere un bambino senza madre!

Indovinate un po’, si può fare. Lo fanno i vedovi magari con l’aiuto delle nonne, lo fanno i padri separati che hanno ottenuto l’affidamento esclusivo. Non è una cosa mostruosa. Non è il frutto avvelenato del progresso. È qualcosa che è sempre successo, soprattutto in quel periodo in cui le donne tendevano a morire di parto. Non so se lo ricordate, era un mondo nel quale la famiglia naturale non poteva ancora contare sui progressi della tecnologia medica. E non stiamo parlando di millenni fa.

Quelli che si preoccupano della mancanza di una madre o dell’abbondanza di nonni dovrebbero farlo anche nel caso dei figli di una coppia separata adottati dal coniuge (tramite la stessa legge che consente la Stepchild Adoption). Quante madri (o padri) avrà quel bambino? Quanti nonni? È naturale? Tutte domande che non hanno senso, l’unica domanda cui ha senso di rispondere è: gli vorranno tutti bene?

Nessuno ha chiesto il parere del bambino!1

Ding dong. Nessun bambino sceglie in che famiglia nascere e nemmeno dove nascere. Questo succede per i figli di Salvini, di Adinolfi, per quello di Anna Maria Franzoni e anche per i figli degli omosessuali. Incredibilmente in questo tutte le famiglie e tutti i figli sono uguali. Non lo trovate una cosa pazzesca?

Quali diritti per Tobia?

A quanto pare sono tutti così preoccupati a dare addosso al padre famoso (che padre non è) da dimenticarsi che quel bambino in Italia non avrà gli stessi diritti dei figli di quei padri amorevoli che tanto sono scandalizzati dalla sua esistenza. Questo perché Tobia è solo un pretesto e nessuno – a parte quelli che saranno i suoi genitori – sembra avere a cuore la sua felicità. Non c’è dubbio che coloro che ora sono indignati (o disgustati) dalla sua nascita saranno i primi a discriminarlo perché figlio di una coppia omosessuale. Ma sicuramente la colpa sarà dei genitori, che lo hanno messo in una posizione da consentirgli di essere discriminato. Un po’ come i figli dei poveri, dei neri o dei divorziati. A tutti costoro Nichi Vendola ha risposto così su Twitter, citando Dante.
vendola figlio - 16
L’unico vero problema del figlio di Vendola (che figlio non è) sarà quello di crescere in un paese che i figli degli altri non li ama.