Attualità

Messina è di nuovo senza acqua

Dopo il black out nella distribuzione di acqua potabile nelle case di Messina durato più di una settimana il servizio era stato ripristinato. Oggi però Messina è di nuovo senza acqua. Si è rotta nuovamente per una frana la condotta di Fiumefreddo a Calatabiano: la tubazione nei giorni scorsi, dopo che la città era rimasta a secco per oltre una settimana, era stata riparata dai tecnici dell’Amam.

Messina è di nuovo senza acqua

Stamane una nuova frana si è verificata a Calatabiano dove la terra aveva già investito la condotta che porta acqua nel Comune. Il maltempo di questi giorni ha accelerato il fenomeno. Per questo motivo e’ stato necessario interrompere ancora una volta l’erogazione. I tecnici dell’Amam sono sul posto per intervenire e cercare di risolvere il problema, mentre nuovi movimenti di terra incombono sulla condotta facendo temere il peggio dopo una settimana di sofferenza. Intanto, dovrebbe essere completata nel giro di qualche ora la saldatura per il bypass con l’acquedotto dell’Alcantara che eviterebbe un nuovo prolungato stop, come conferma il manager dell’Amam Luigi La Rosa: “C’è una nuova frana da monte che sta arrivando, nel frattempo dovremmo riuscire ad attivare il bypass dell’Alcantara in giornata”. Diversi quartieri sono già senz’acqua.  Parte del Viale San Martino, via Garibaldi, viale Giostra e Annunziata dove si stava riprendendo da qualche giorno la normale erogazione sono già con i rubinetti a secco. Se il guasto non verrà riparato nelle prossime ore gran parte della città sarà di nuovo senz’acqua. Solo le abitazioni che si riforniscono dall’acquedotto della Santissima, come nella fase della prima emergenza idrica, continueranno ad avere l’acqua. Appena si è diffusa la notizia della rottura della condotta alcune persone si sono messe in fila davanti alle autobotti.  Le verifiche effettuate hanno riscontrato l’esistenza in atto di un nuovo movimento franoso a monte, che interessa anche la zona della condotta, la quale e’ risultata nuovamente danneggiata dall’evento. Al momento, afferma il Comune, “sussiste pericolo e ogni intervento e’ stato sospeso”. Sicilia Acque ha garantito l’invio immediato di una squadra per il completamento dell’intervento di bypass secondo quanto concordato nei giorni scorsi. La prefettura, che ha riunito nel frattempo l’unita’ di crisi, ha pero’ sottolineato come il collegamento abbia una portata corrispondente ad un terzo del fabbisogno cittadino e che comunque, occorrerà, “viste le condizioni precarie del terreno su cui poggia la condotta”, procedere con urgenza alle “attività di ancoraggio e di consolidamento della collina”.
messina senza acqua cinque giorni

L’Amam fa sapere che non è colpa sua

“Non è colpa nostra se è franata la collina. Ognuno si deve prendere le proprie responsabilità noi abbiamo sempre operato bene, ma in questa parte del territorio c’è un grave dissesto del territorio”, dice il presidente dell’Amam Leonardo Termini che aggiunge: “L’avevamo detto che dopo la riparazione della condotta si sarebbe dovuta mettere in sicurezza la collina, ma nessuno ci ha ascoltato. Abbiamo riparato la condotta in tempi record non potevano fare di più”. “Ora – aggiunge – ci sarà un vertice in Prefettura noi abbiamo deciso di collegare il bypass dell’acquedotto dell’Alcantara con Fiumefreddo. É l’unica soluzione per evitare che la città rimanga di nuovo a secco”.