Attualità

Messina brucia: l'emergenza incendi in città

Non si ferma l’emergenza incendi in Sicilia: le situazioni più grave, in un autentico lunedì da incubo, si sono registrate tra Enna e Messina con lunghi tratti di autostrada rimasti chiusi per ore e un’università evacuata. È intervenuto persino Beppe Fiorello: lo showman siciliano in un tweet ha sollecitato “un intervento nazionale“. A Enna le fiamme hanno divorato la collina che divide la città da Calascibetta e un denso fumo ha invaso il centro abitato mettendo in pericolo la circolazione stradale.

messina brucia
Il tweet di Rosario Fiorello su #messinabrucia

La A19 è stata chiusa tra gli svincoli di Caltanissetta ed Enna in tutte e due le direzioni di marcia e alcuni automobilisti rimasti bloccati sono stati tratti in salvo. Caos soprattutto a Messina, dove 14 roghi divampati sulle colline circostanti hanno distrutto intere pinete e reso l’aria irrespirabile nella città, su cui si è abbattuta una pioggia di cenere. Un vigile del fuoco è rimasto lievemente ustionato. In questo tweet vediamo il fuoco a ridosso delle abitazioni a Messina:


Per tutta la giornata sono continuate le operazioni di spegnimento delle squadre dei vigili del fuoco, supportate dagli interventi dei Canadair del corpo nazionale dei vigili del fuoco. Ieri pomeriggio diversi ed estesi fronti di fuoco, alimentati da sterpaglie e macchia mediterranea e dal forte vento, hanno interessato le frazioni cittadine di Reginella, Curcuraci, Faro Superiore, San Giovannello, San Jachiddu, San Filippo, Minissale, Baglio, Piano Stella, e, sulla riviera tirrenica, anche a Gualtieri Sicaminò, Brolo e Rodi Milici. Le operazioni di spegnimento si sono protratte per tutta la notte, con impiego di tutte le squadre dei vigili del fuoco di Messina disponibili, con il supporto di una squadra del Comando di Ragusa e di volontari del servizio di Protezione civile comunale e del corpo forestale regionale.


Grave la situazione in contrada Catanese, dove è stata evacuata la cittadella universitaria dell’Annunziata oltre a numerose abitazioni. Lo sgombero ha riguardato le facoltà di Veterinaria e di Lettere e il maneggio Sofia Indelson, dove i cavalli sono stati messi in salvo. Dai primi roghi di sabato, nell’area di Messina sono impegnate squadre di Vigili del fuoco e fino a due Canadair. I roghi hanno distrutto diversi pali dell’elettricità togliendo la corrente alle pompe che servono i serbatoi dell’acqua e questo ha comportato uno stop all’erogazione in molti centri collinari. Per alcune ore è stata chiusa l’autostrada A18 Messina-Catania nei pressi degli svincoli di Messina e Roccalumera, dopo che il fumo ha portato a una serie di tamponamenti che hanno causato due feriti, tra cui una donna incinta.