Attualità

L'uomo accusato di aver dato soda caustica alla fidanzata incinta

ospedale maggiore bologna soda

È in stato di fermo per lesioni gravissime il convivente di una 45enne che è stata ricoverata all’ospedale Maggiore di Bologna dopo aver ingerito forse della soda caustica all’interno di una bibita. La donna incinta, che non sarebbe più in pericolo di vita ma le cui condizioni permangono molto gravi, è in prognosi riservata e sarà sottoposta a degli interventi: ha riportato lesioni all’esofago e allo stomaco. I medici hanno accertato che il feto è in vita. L’uomo fermato, a quanto si è appreso, ha 35 anni. Ancora da accertare il movente. Il fatto è successo mercoledì a Bazzano, nel bolognese: indagano i carabinieri, coordinati dal sostituto procuratore della procura bolognese Giuseppe Di Giorgio.

L’uomo accusato di aver dato soda caustica alla fidanzata incinta

I carabinieri hanno immediatamente raccolto la testimonianza dei medici e del convivente della donna il quale avrebbe spiegato come tutto sia accaduto dopo che la 45enne ha bevuto un sorso della bibita da una bottiglietta di plastica (da mezzo litro) acquistata in una confezione da quattro al supermercato vicino casa. I carabinieri hanno quindi sequestrato sia la bottiglia aperta che le altre ancora sigillate.