Attualità

La lettera di minacce al sindaco di Noventa contro le multe dei vigili per le mascherine

Il sindaco di Noventa Padovana, Alessandro Luigi Bisato ha ricevuto una lettera che minaccia i vigili che comminano le multe a chi non rispetta le regole anti COVID: «Caro sindaco, è saggio e prudente calmare e far rilassare la polizia municipale»

lettera minacce vigili sindaco noventa padovana

Il sindaco di Noventa Padovana, Alessandro Luigi Bisato ha ricevuto una lettera che minaccia i vigili che comminano le multe a chi non rispetta le regole anti COVID: «Caro sindaco, è saggio e prudente calmare e far rilassare la polizia municipale»

La lettera di minacce al sindaco di Noventa contro le multe dei vigili per le mascherine

La lettera anonima recita: «Caro sindaco, è saggio e prudente calmare e far rilassare la polizia municipale, non è conveniente elevare tutte quelle sanzioni per il mancato uso dei dispositivi di protezione. La divisa potrebbe non essere più sufficiente a garantire il rispetto e l’integrità delle persone che la indossano.  Uomo avvisato mezzo salvato». Il sindaco in un primo momento non ha ritenuto rendere pubblica la minaccia. Ma qualche giorno fa in una diretta su Facebook in cui ha aggiornato i suoi cittadini sulla situazione dell’epidemia nel paese ha spiegato che a Noventa Padovana si contano più di 100 positivi al Coronavirus in quarantena a casa, un numero di contagiati ben più significativo di quanto registrato in marzo.

 

 

Bisato ha quindi sollecitato l’utilizzo della mascherina ricordando gli obblighi. Proprio per questo, spiegando l’ordinanza regionale in Veneto ha annunciato che avrebbe limitato l’uso di alcuni spazi pubblici come la piazza del paese, o i bar, luoghi in cui si erano verificati diversi assembramenti.  «Guardate, io ve lo dico adesso», ha quindi aggiunto detto il sindaco al minuto 9 del video, «non l’ho detto pubblicamente ma ritengo che sia il caso di segnalarvi che la polizia municipale, e  il sindaco stesso per interposta persona, non ha paura di messaggi minatori che eventualmente riceve . Ne abbiamo ricevuto anche noi uno, dice che siamo troppo zelanti nel mettere multe perché non c’era il mantenimento della mascherina. Chi l’ha scritta non ha avuto il coraggio di firmarsi ma noi non abbiamo paura, noi facciamo rispettare le legge perché pensiamo che così facendo rispettiamo i cittadini. Sono il primo a sapere che sia dura.  Siamo tutti tranquilli, né io né i vigili ci intimoriamo</strong> per queste frasi che voglio derubricare a quello che sarà stato un momento di rabbia».