Attualità

Le vittime della polizia negli USA

sparatoria dallas killer

Mentre cinque poliziotti muoiono a Dallas durante la manifestazione per i fatti del Minnesota e della Louisiana, un’infografica di Repubblica ci racconta le vittime della polizia negli Stati Uniti. Nel 2015 1146 persone sono state uccise dalla polizia negli USA, di cui 306 afroamericani; 561 sono le vittime nel 2016, e 136 di questi erano afroamericani. La percentuale di vittime afroamericane rispetto al totale (32%) confrontata con la percentuale di afroamericani sulla popolazione (13,2%) fa dire che un afroamericano ha oltre il doppio delle possibilità di essere ucciso dalla polizia rispetto a un bianco.

vittime polizia usa
Le vittime della polizia negli StatiUniti (Repubblica, 8 luglio 2016)

Sul quotidiano si raccontano i due episodi diversi ma simili, le due tragedie filmate dai video dei cellulari, che inchiodano i poliziotti alle proprie responsabilità in Minnesota e Louisiana. Alton Sterling – 37 anni, padre di 5 figli, venditore ambulante di cd nei parcheggi dei centri commerciali – è stato ucciso a distanza ravvicinata martedì sera, dopo essere stato trascinato a terra da due agenti (bianchi) in una violenta colluttazione. «Ha una pistola», ha urlato il primo e il secondo ha sparato sull’uomo ormai a terra. Dal video (girato da un militante del movimento anti-razzista Stop The Killing Inc.) non è chiaro se Alton fosse o meno armato (cosa che sostiene il Capo della polizia) e la sua diffusione sui social network ha provocato la rabbiosa protesta di centinaia di persone che hanno subito raggiunto il luogo dell’uccisione.

Philando Castile, 32 anni responsabile della mensa di una scuola elementare Montessori, era in macchina con la sua compagna e la loro bambina quando è stato fermato per via di una luce di posizione malfunzionante. Alla classica richiesta di tirare fuori i documenti Philando ha messo la mano nella tasca della giacca. Quanto è bastato a un poliziotto per sparargli a bruciapelo. Il video, fatto dalla fidanzata (che ha spiegato come Philando stava estraendo dalla tasca il porto d’armi) è terribile. Lei, costretta a rimanere immobile con le mani sul volante, urla «per favore non mi dica che è morto, la prego non mi dica che il mio ragazzo se ne è andato in quel modo», «tenga le mani dove sono» la replica dell’agente con la pistola puntata che poi la fa scendere dall’auto, la fa inginocchiare e l’ammanetta mentre si sente la vocina di una bimba che grida “NPNNZ”.

vittime della polizia

I video di Philando Castile e Alton Sterling (attenzione: immagini impressionanti)


Leggi sull’argomento: La sparatoria di Dallas