Attualità

Le aquile anti-droni olandesi

guard from above aquile droni olanda - 1

Come sorvegliare i cieli delle nostre città? Certo, ci sono i sofisticati sistemi dell’aviazione militare, i divieti di sorvolo e quant’altro ma è alquanto improbabile – visto l’attuale modus operandi dei terroristi – il ripetersi di attacchi come quelli dell’11 settembre. Meglio invece concentrarsi sulla sorveglianza delle minacce potenziali come ad esempio quelle che potrebbero venire dai droni radiocomandati. Così la polizia olandese ha pensato di addestrare delle aquile per intercettare i droni pericolosi e abbatterli senza creare troppo trambusto. Non stiamo parlando ovviamente dei droni da combattimento usati dagli USA ma della loro versione “civile” che potrebbe essere riadattata da eventuali criminali.

UNA SOLUZIONE ANTICA AD UN PROBLEMA MODERNO!1 – Non è chiaro se lo scopo sia quello di evitare attacchi terroristici o semplicemente garantire l’ordine pubblico ma l’idea è molto simile a quella dei delfini sminatori della Marina Militare USA. The Verge riferisce che le aquile addestrate da una compagnia specializzata chiamata Guard From Above che è specializzata nell’addestrare i maestosi pennuti a neutralizzare la minaccia volante che un quadricottero impazzito potrebbe costituire per l’incolumità dei bravi cittadini.

Dal momento che le aquile hanno una notevole forza e artigli davvero potenti (per non parlare del fatto che odiano Donald Trump) non ci sono dubbi che riuscirebbero ad abbattere un drone. Il dubbio semmai riguarda gli eventuali danni che i volatili potrebbero subire a causa delle eliche dei piccolo velivoli. Secondo i portavoce della polizia olandese e della società di addestramento la spessa pelle delle zampe costituisce di per sé una forma di protezione ma non è escluso che in futuro le aquile vengano dotate di dispositivi individuali di protezione proprio come qualsiasi altro lavoratore. Al momento la polizia olandese non ha ancora deciso se le aquile caccia-droni entreranno a far parte delle forze di polizia e ha fatto sapere che fra qualche mese dopo attente valutazioni verrà deciso se assumere i rapaci. Mal che vada le aquile potrebbero essere utilizzate per innovative competizioni come la Drone Racing League
https://www.youtube.com/watch?v=heBTmPy9IVY