Attualità

L'attacco di Capodanno sventato a Rochester

emanuel lutchman 4

Mentre tutte le attenzioni erano concentrate sui festeggiamenti di Times Square, nel centro di Manhattan, un ‘lupo solitario’ pianificava una strage di Capodanno in un ristorante di Rochester, a nord dello stato di New York, non lontano dalle cascate del Niagara. Armato di un machete e di due coltelli voleva colpire le decine di persone che nel locale attendevano l’arrivo del nuovo anno. Un raid che avrebbe portato a termine su indicazione di almeno un membro dell’Isis, da cui avrebbe ricevuto istruzioni dall’estero. Il piano è stato sventato dagli uomini dell’Fbi che lo hanno arrestato in tempo.

emanuel lutchman 1
Il profilo G+ di Emanuel Lutchman

Emanuel Lutchman: l’attacco sventato a Rochester

Il suo nome è Emanuel Lutchman, 25 anni, cittadino americano convertito all’Islam. Nella sua abitazione sono state trovate diverse armi da taglio e alcuni passamontagna. Ma anche materiale che lascia supporre come l’uomo probabilmente meditasse di prendere o rapire degli ostaggi: confezioni di ammoniaca, nastro adesivo e fascette di quelle utilizzate anche per immobilizzare i polsi delle vittime. Nelle intercettazioni degli investigatori emerge come chi ha ispirato l’azione avrebbe esortato Lutchman a sfruttare la sua posizione di militante “dietro la linea del nemico”. La clamorosa azione – era la promessa – sarebbe stata il passaporto per raggiungere gli uomini del califfato in Siria, il sogno di Lutchman, che è giaà comparso davanti a una corte federale. L’accusa, per ora, è di aver fornito sostegno materiale e risorse all’Isis, con l’obiettivo di unirsi all’organizzazione terroristica fuori dagli Stati Uniti. “Questa operazione di Capodanno – hanno sottolineato le autorità giudiziarie – dimostra come la minaccia dell’Isis riguardi tutta l’area dello Stato di New York, e dimostra la nostra determinazione a fermare immediatamente chiunque voglia colpire nel nome dei jihadisti”. In particolare l’area di Rochester è da alcune settimane sotto particolare sorveglianza, dopo che ai primi di dicembre il proprietario di una pizzeria aveva confessato di aver svolto attività di reclutamento e raccolto denaro per conto dell’Isis.
emanuel lutchman 3

Il colpo di Capodanno

Dopo aver scandagliato nella vita privata di Lutchman, i federali parlano di un uomo con precedenti penali che gli sono costati 5 anni di prigione, e con alcuni disturbi della psiche. In più di un’occasione aveva manifestato disprezzo per la vita negli Stati Uniti, coltivando il sogno di unirsi all’Isis. L’attacco di Capodanno doveva essere il suo ‘battesimo’ di sangue, pur non avendo abbastanza soldi per acquistare delle armi da fuoco e nessun tipo di addestramento. Si sarebbe convertito all’Islam – ha spiegato il governatore dello stato, Andrew Cuomo – durante la sua permanenza in carcere. La sua radicalizzazione sarebbe invece avvenuta su internet, ed è suggellata da una registrazione audio in cui Lutchman avrebbe giurato fedeltà al leader dello stato islamico, Abu Bakr al-Baghdadi, promettendo attentati anche con l’uso di bombe fatte in casa con le pentole a pressione. Registrazione che lui credeva di aver inviato agli uomini dell’Isis e che invece fu raccolta da agenti dell’Fbi sotto copertura. “Il suo arresto ci ricorda come questa sia la nuova normalità del terrorismo globale”, ha sottolineato Cuomo.