Attualità

La bufala di Beppe Grillo sul Dalai Lama

Beppe Grillo, il guru “francescano” del Movimento 5 Stelle ci prova di nuovo a dire che i migranti vanno cacciati. Stavolta per farlo si fa forza delle parole del Dalai Lama che secondo Grillo avrebbe detto esattamente quello che lui, la Lega Nord, la Meloni e Forza Nuova dicono da anni: «impossibile accogliere tutti». Finalmente un parere autorevole sulla questione, deve aver pensato Grillo che si è subito affrettato a scriverci un post dal titolo Il Dalai Lama sui migranti: ”Impossibile accogliere tutti”.
beppe grillo migranti dalai lama
COSA HA DETTO IL DALAI LAMA
In realtà il Dalai Lama non ha detto esattamente questa frase. In questi giorni il leader spirituale tibetano, in esilio da 56 anni, è in visita in Gran Bretagna dove nei prossimi giorni terrà una serie di conferenze pubbliche. Grillo, che nel post sul blog in realtà riporta questo pezzo di Diretta News dove le parole del quattordicesimo Dalai Lama vengono precisate ulteriormente. Il titolo però è fuorviante, perché il senso delle parole del Dalai Lama (che si possono ascoltare sul Guardian e sull’Huffington Post). In poche parole il Dalai Lama , parlando dei rifugiati, ha elogiato il comportamento tenuto da Germania e Austria. Guardandosi bene però dal criticare l’atteggiamento di chiusura nei confronti degli stranieri adottato dal Governo britannico di David Cameron. Ad un certo punto il Dalai Lama ha detto «dobbiamo riflettere sul fatto che è impossibile per tutti venire in Europa».
dalai lama migranti
Il che non è esattamente la stessa cosa che dire quello che ha scritto Grillo. Il Dalai Lama ha semplicemente fatto notare che non tutti quelli che vivono nei paesi dove ci sono conflitti in corso hanno la possibilità di emigrare e venire in Europa. Il che è ovvio, ci sono persone che non hanno i soldi o le risorse per intraprendere il viaggio, coloro che non possono permettersi di lasciare tutta la loro vita (e quello che resta delle loro famiglie) dietro le spalle per tentare il grande salto. La fuga dei migranti dai conflitti potrà essere fermata solo ponendo fine alle guerre che insanguinano Siria, Libia e Nord dell’Iraq. In fondo sono più o meno gli stessi concetti espressi l’anno scorso durante una visita in Toscana, quando il Dalai Lama, elogiando lo sforzo degli italiani, in particolare dei cittadini siciliani, nell’accogliere i rifugiati aveva fatto notare come il problema da risolvere non fosse solo quello dell’accoglienza, ma anche quello di tentare di portare la pace nei paesi dai quali i migranti stanno scappando. Solo che mentre per Grillo la soluzione è solo quella di chiudere le frontiere per concentrarsi su un modo per portare la Pace in Medio Oriente per il Dalai Lama esiste anche la dimensione dell’accoglienza dei rifugiati. Per il Dalai Lama è necessario provvedere all’emergenza senza dimenticare di gettare sulla situazione di crisi uno sguardo a lungo termine. Per Grillo invece la dimensione presente del dramma dei rifugiati viene annullata dalla distorsione prospettica di chi guarda al mondo solo con il cannocchiale.