Attualità

La neve a Roma possibile per martedì

neve a roma

E’ prevista per domani 19 gennaio la concreta possibilità di alcune nevicate, che, secondo le attuali previsioni, dovrebbero interessare la zona sud est del territorio metropolitano, comprese le zone costiere. Lo afferma in una nota il servizio di Protezione Civile della Città Metropolitana di Roma, sottolineando che, nel tenere costantemente sotto controllo il fenomeno meteorologico, ha preallertato le Associazioni e i gruppi Comunali di Protezione Civile cui sono affidati i mezzi dell’Ente, in modo da verificarne la funzionalità e organizzare preventivamente i volontari.


La neve a Roma possibile per martedì

“Siamo pronti a supportare le organizzazioni di Protezione Civile e i Comuni del territorio – dichiara il Consigliere Delegato alla Protezione Civile e Difesa del Suolo, Michela Califano – coordinando le attività nelle zone interessate e fornendo un’adeguata e preventiva informazione, per evitare quanto piu’ possibile disagi ai cittadini, specialmente per chi si sposta quotidianamente lungo le nostre strade”. “Oltre ai mezzi e alle attrezzature fornite, inclusa la fornitura di sale per il disgelo – conclude Califano – grazie al personale della Sala operativa della Polizia Locale Metropolitana e del Servizio di Protezione Civile del Nostro Ente assicuremo interventi tempestivi e mirati, dando assistenza ai Comuni eventualmente interessati dai fenomeni nevosi”. Il commissario straordinario, Francesco Paolo Tronca, ha disposto l’apertura di quattro stazioni della metropolitana (Ostiense, Piramide, Piazza Vittorio, Flaminio e Ponte Mammolo) per fornire riparo ai senzatetto, ai quali saranno consegnate 1.000 coperte. Le temperature rigide ed il ghiaccio, che oggi ha già messo alla prova alcune strade della periferia chiuse dai vigili urbani, hanno fatto scattare il piano con cui l’amministrazione comunale “offre a chi ne ha bisogno ‘una prima accoglienza notturna, diurna e di sollievo'”. In strada ci sarà una maggiore presenza di vigili urbani ed operatori della protezione civile nelle attività di assistenza e controllo. “Ad essere accolte – afferma il Campidoglio – sono persone segnalate dalla Sala Operativa Sociale. Ricevono ospitalità di giorno e di notte, servizi di segretariato sociale, cibo a colazione e agli altri pasti (merenda compresa), la possibilità di fare una doccia, coperte per chi non ha un posto dove dormire. E ancora: attività e intrattenimento, cambio abiti e lavanderia, sostegno individuale (in collaborazione con i servizi sociali dei Municipi e con chi svolge lavoro sociale sul territorio)”.
neve a roma 1

Le previsioni per domani

Sul fronte maltempo si muove anche la Città Metropolitana che ha già messo in preallerta le associazioni ed i gruppi comunali di Protezione Civile, in modo da verificarne la funzionalità e organizzare preventivamente i volontari. “Siamo pronti a supportare le organizzazioni di Protezione Civile ed i comuni del territorio – afferma il consigliere delegato alla Protezione Civile e Difesa del Suolo, Michela Califano – coordinando le attività nelle zone interessate e fornendo un’adeguata e preventiva informazione, per evitare quanto più possibile disagi ai cittadini, specialmente per chi si sposta quotidianamente lungo le nostre strade”. Il freddo, che secondo le previsioni dovrebbe durare per l’intera settimana, ha colpito anche le province del Lazio. Le temperature sono precipitate nella valle Aniene. A monte Livata, nel comune di Subiaco, dove le piste da sci sono ancora chiuse per mancanza di neve, la notte scorsa il termometro è arrivato intorno a -10. L’avviso prevede dalla mattina di domani, martedì 19 gennaio, precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, su Basilicata, Calabria e Sicilia, che risulteranno a carattere nevoso al si sopra dei 300-500 metri sulla Basilicata e sulla Calabria settentrionale, al di sopra dei 500-800 metri sulla Calabria centro-meridionale e oltre gli 800 metri sulla Sicilia, con apporti al suolo deboli o localmente moderati. Nevicate deboli o localmente moderate sono previste, poi, al di sopra dei 300-400 metri sulla Campania centro-meridionale. L’avviso prevede, anche, venti forti dai quadranti orientali su Basilicata, Calabria e Sicilia centro-orientale, con temporanei rinforzi fino a burrasca; sono previsti, inoltre, venti forti dai quadranti occidentali sulla Sicilia occidentale, con temporanei rinforzi fino a burrasca e tendenza a ruotare dai quadranti settentrionali. Saranno possibili, infine, mareggiate lungo le coste esposte. Sulla base dei fenomeni previsti e’ stata valutata per domani criticita’ gialla per rischio idrogeologico localizzato su Sicilia, Calabria, Molise, su gran parte della Puglia e su alcuni settori dell’Abruzzo. Il quadro meteorologico e delle criticita’ previste sull’Italia e’ aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed e’ disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it), insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticita’ specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguira’ l’evolversi della situazione, conclude il Dipartimento della Protezione Civile.