Attualità

«Il lockdown sarebbe una sconfitta, la conferma che non siamo stati capaci di rispettare regole basilari»

Mentre Salvini continua a parlare di fantomatiche cure che eviterebbero il lockdown Luca Zaia su Repubblica spiega che se tutti rispettassero le regole non rischieremmo la zona rossa

luca zaia ordinanza veneto

Mentre Salvini continua a parlare di fantomatiche cure che eviterebbero il lockdown Luca Zaia su Repubblica spiega che se tutti rispettassero le regole non rischieremmo la zona rossa:

Infatti secondo l’Ordine del medici sarebbe meglio un lockdown immediato per evitare il peggio. Lei che ne pensa? «Se tutti facessimo ricorso, in maniera direi ossessiva, alla mascherina, se curassimo l’igiene delle mani ed evitassimo uscite e scampagnate, potremmo vivere senza restrizioni».

Dato che purtroppo non è così?
«Il lockdown sarebbe una sconfitta, la conferma che non siamo stati capaci di rispettare regole basilari. Ma sarebbe una tragedia immane sotto l’aspetto economico. In Veneto abbiamo 60 mila posti di lavoro quest’anno, pur partendo dal tasso di disoccupazione più basso d’Italia, il 6,6%. Dico una cosa: la salute dei cittadini viene prima di tutto. Ma non possiamo assistere nei prossimi mesi alla gente che si butta dai balconi per la disperazione».

Niente lockdown, insomma.
«Io non voglio passare per chi promette cose che poi non si realizzano. Dico però che lavorerò perché non si arrivi alla chiusura di tutto. Ma i cittadini ci aiutino. Dipende in buona parte da loro».